Komitee gegen den Vogelmord e.V. Committee Against Bird Slaughter (CABS)

Komitee gegen den Vogelmord e. V.
Committee Against Bird Slaughter (CABS)

  • deutsch
  • english
  • italiano
Spenden-Button

Missioni di ricerca nelle aree di trappolaggio

Volontario Cabs davanti a una schiaccia nel Sud della Francia
Volontario Cabs davanti a una schiaccia nel Sud della Francia

Oggi, in alcuni dipartimenti francesi è ancora permessa la cattura di uccelli con bacchette di vischio (limestick), lacci di crine di cavallo, reti e le micidiali schiacce. Le argomentazioni usate dalle autorità per continuare ad autorizzare tali mezzi  al fine di conformarsi ai requisiti della direttiva UE Uccelli fanno, spesso, accapponare la pelle. Ad esempio, un Istituto di Parigi ha confermato, in un rapporto in favore al Governo, che le bacchette di vischio e le schiacce sono metodi di cattura selettivi. In altre parti d'Europa queste trappole sono invece state vietate proprio perché non sono selettive e catturano semplicemente tutto ciò che capita.

Al fine di scoprire questi trucchi messi in atto dalle autorità e dai politici filovenatori e per documentare se i trappolatori autorizzati rispettino davvero i rigidi criteri, il CABS conduce regolarmente indagini sul campo nelle aree di cattura: poniamo particolare attenzione nella stesura di relazioni riguardanti le schiacce nel Massiccio Centrale, le bacchette di vischio in Provenza e i lacci di crine di cavallo nelle Ardenne. Ci sono state anche missioni per i siti di cattura di pavoncelle nell'Aisnetal e di allodole vicino a Bordeaux.

I risultati della nostra ricerca sono trasmessi alla Commissione europea e alle associazioni partner francesi: queste indagini costituiscono la base per ulteriori studi sulla cattura degli uccelli e aiutano i nostri partner nelle loro campagne contro l'approvazione di deroghe troppo "generose".

Abbiamo avuto un piccolo parziale successo con le schiacce. Dopo la pubblicazione dei nostri risultati nel 2012, che ha confermato, tra le altre cose, che persino le specie protette come cince e fringillidi sono state schiacciate sotto le pietre di queste trappole micidiali, contrariamente a quanto afferma il governo, l'autorità forestale francese  ha rafforzato i controlli.

Video sul funzionamento delle "Schiacce" sul massiccio centrale francese