Komitee gegen den Vogelmord e.V. Committee Against Bird Slaughter (CABS)

Komitee gegen den Vogelmord e. V.
Committee Against Bird Slaughter (CABS)

  • deutsch
  • english
  • italiano
Spenden-Button

Bacchette di vischio, reti e caccia illegale in Grecia

Rete da uccellagione
Rete da uccellagione

In Grecia la caccia è praticata ufficialmente da circa 175.000 persone: 32 sono invece le specie di uccelli cacciabili, fra cui il chukar, la quaglia, il piviere dorato, la pavoncella, la tortora, oltre a cinque specie di turdidi (merlo, cesena, tordo sassello, tordela, tordo bottaccio). Sfortunatamente non sono disponibili informazioni ufficiali sul numero degli abbattimenti annuali, ma è molto probabile che si tratti di almeno due milioni di animali.

Il bracconaggio è molto diffuso. È noto l'uso di reti al Nord (principalmente nell'area dei Monti Rodopi) e di bacchette di vischio sulle isole del Mar Egeo (principalmente ad Est vicino alla costa turca). Le tradizioni sono simili a quelle di Cipro: gli animali vengono catturati per la cucina, ma anche per il mercato degli animali domestici.

La caccia illegale - molto diffusa - è praticata con i fucili. Frequentemente ci pervengono segnalazioni su abbattimenti fuori controllo ai danni dei migratori, specialmente sulla terraferma: vengono abbattute specie protette o i rispettivi limiti di carniere giornalieri vengono ampiamente superati. Anche la caccia primaverile, vietata ovunque nell'UE secondo la Direttiva Uccelli, è ancora diffusa in alcune isole:  viene presa di mira la tortora comune, specie in pericolo di estinzione in tutta Europa. Abbiamo documentato anche l'uso di richiami elettroacustici e la vendita nei ristoranti di specie selvatiche abbattute durante l'attività venatoria. 

Le informazioni che abbiamo sul bracconaggio in Grecia sono però ancora vaghe e non sistematiche. Inoltre, caso più unico che raro, non sembra esserci in Grecia nessuna associazione che si occupi o si interessi di bracconggio con attività sul campo. Non è facile in questo modo ipotizzare delle operazioni o sistematizzare le generiche indicazioni di trappolaggio o di caccia all'avifauna che riceviamo. Il CABS sta comunque raccogliendo ulteriori informazioni in vista di una graduale mappatura dei punti più caldi del bracconaggio ellenico.