Komitee gegen den Vogelmord e.V. Committee Against Bird Slaughter (CABS)

Komitee gegen den Vogelmord e. V.
Committee Against Bird Slaughter (CABS)

  • deutsch
  • english
  • italiano
Spenden-Button

Uccisa una rara iena striata in Libano

Uccisa una rara iena striata in Libano

27.01.2022

Nella valle della Beqaa la polizia ha arrestato tre cacciatori che avevano ucciso una iena striata, specie rigorosamente protetta. L’operazione è partita grazie alla nostra Unità anti-bracconaggio (APU), che aveva segnalato i criminali e fatto pressione sulle autorità perché si occupassero del caso. È stato recuperato anche il video dell’abbattimento fatto dagli stessi bracconieri, che abbiamo consegnato alla polizia e che, insieme alla foto di uno di loro con la iena morta, costituisce una prova schiacciante. Le iene striate, anche se molto rare, sono perseguitate in tutto il loro areale perché vengono viste come una minaccia per il bestiame o come un cattivo presagio.

Persecuzione illegale di rapaci in Germania

Persecuzione illegale di rapaci in Germania

14.01.2022

La mappa aggiornata del CABS mostra l'entità della persecuzione illegale dei rapaci in Germania: 299 distretti su 401 sono interessati dal problema. La mappa mostra la distribuzione a livello distrettuale dei 1.591 casi registrati tra il 2005 e il 2021 grazie al programma di monitoraggio dei reati contro la fauna selvatica. Questi casi riguardano 2.166 astori, poiane, nibbi reali, falchi pellegrini e altri rapaci uccisi con veleno, trappole o con il fucile. È evidente che si tratta di un problema nazionale. Poiché la maggior parte di questi crimini avviene in località remote o su terreni privati, i nostri esperti stimano che oltre il 90% dei casi di persecuzione di rapaci non venga mai scoperto.

Informazioni sul nostro apposito sito.

Attacco all'auto del CABS a Cipro con un ordigno esplosivo

Attacco all'auto del CABS a Cipro con un ordigno esplosivo

10.01.2022

Ieri sera una delle nostre auto a Cipro è stata gravemente danneggiata dall'esplosione di un ordigno piazzato da sconosciuti sul parabrezza. Questo incidente è l'ultimo di una serie di violenti attacchi e minacce di morte lanciate da membri di bande criminali ai nostri team. Alla vigilia di Natale, un bracconiere noto alla polizia aveva colpito in faccia un membro del CABS e aveva minacciato gli agenti di polizia quando a seguito della scoperta del suo sito di cattura illegale. A novembre tre cacciatori con il viso coperto avevano picchiato uno dei nostri attivisti fino a fargli perdere i sensi.

Il nostro comunicato stampa in inglese qui.

Il rapporto annuale del CABS 2021

Il rapporto annuale del CABS 2021

04.01.2022

Nonostante la pandemia, nel 2021 il CABS ha condotto 26 campi antibracconaggio, a cui hanno partecipato più di 140 volontari provenienti da tutta Europa. Durante le numerose operazioni, i nostri team hanno scoperto e smantellato 6151 trappole, 255 reti e 244 richiami elettroacustici. In tutto sono stati smascherati e denunciati 268 tra bracconieri e trafficanti illegali di fauna selvatica e sono stati liberati da trappole e reti oltre 2300 uccelli! Senza dimenticare poi gli innumerevoli uccelli che hanno potuto continuare indenni le loro migrazioni attraverso l'Europa grazie alle nostre azioni. 

Qui trovate il rapporto completo del CABS del 2021.

La campagna del CABS contro il bracconaggio in Spagna

La campagna del CABS contro il bracconaggio in Spagna

10.12.2021

È giunta al termine la nostra campagna contro il bracconaggio in Spagna. Grazie alle investigazioni del CABS le autorità spagnole hanno denunciato 23 bracconieri. In tutto sono state sequestrate 11 reti, 212 trappole, 14 richiami elettroacustici e quasi 2800 limestick. Sono stati confiscati 167 uccelli vivi, principalmente fringillidi e silvidi e 60 uccelli morti, soprattutto tordi. Gran parte dei siti ispezionati erano stati scoperti l'anno scorso durante il lockdown grazie al nostro progetto "ORPHEUS": oltre 200 volontari da tutta Europa ci hanno aiutato a localizzare i siti di cattura analizzando le immagini satellitari di Google Earth, partecipando così alla conservazione degli uccelli migratori da casa!

Termina il campo autunnale del CABS a Cipro

Termina il campo autunnale del CABS a Cipro

06.12.2021

A Cipro la cattura illegale di uccelli con reti e limesticks, la caccia a specie protette e con l'uso di richiami elettroacustici sono forse più diffuse che mai. Dall'inizio di settembre, 15 attivisti provenienti da tutta Europa hanno partecipato al nostro campo e al salvataggio di quanti più uccelli possibili. I nostri team hanno scoperto 139 siti di cattura attivi e 60 casi di caccia illegale. Sono stati denunciati 61 bracconieri e sequestrati 1359 limesticks, 110 reti e 107 richiami elettroacustici. Abbiamo liberato 1359 uccelli e innumerevoli altri hanno potuto continuare la loro migrazione in sicurezza grazie alle nostre azioni. Maggiori informazioni sulle nostre operazioni a Cipro qui.

Speciale operazione sul Delta del Po

Speciale operazione sul Delta del Po

28.11.2021

Il personale del CABS nei giorni scorsi è intervenuto insieme ai carabinieri forestali contro gli abbattimenti illegali di alzavole, oche e altri uccelli acquatici svernanti nell'area umida. Oltre a fucili e munizioni sono stati sequestrati i richiami elettroacustici, 40 alzavole e un'oca selvatica, specie protetta, appena abbattute. 

Il Delta del Po è una delle aree di svernamento più importati per gli uccelli acquatici europei. Per proteggerli dal bracconaggio, negli ultimi anni il CABS conduce delle operazioni in autunno e inverno in cooperazione con le autorità.

La dimensione internazionale della caccia illegale in Libano

La dimensione internazionale della caccia illegale in Libano

15.11.2021

Ogni anno in Libano vengono catturati e uccisi milioni di uccelli migratori europei. Per indagare quali popolazioni siano più colpite, i ricercatori incaricati dal CABS hanno analizzato 570 uccelli inanellati in Europa e uccisi in Libano. I dati sono stati forniti da EURING, l'organizzazione che coordina i programmi di inanellamento di tutta Europa. La maggior parte degli uccelli abbattuti recuperati (68%) proveniva da Finlandia, Svezia, Germania, Israele e Repubblica Ceca. In totale sono stati recuperati uccelli provenienti da 28 paesi diversi. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista "Sandgrouse" della Ornithological Society of the Near East (OSME) ed è disponibile a questa pagina.

Attivista del CABS aggredito brutalmente dai bracconieri

Attivista del CABS aggredito brutalmente dai bracconieri

05.11.2021

La scorsa notte a Cipro un membro italiano del CABS ha subito una violenta aggressione da parte di tre bracconieri con il volto coperto, mentre si trovava nei pressi del loro sito illegale di cattura e aspettava i guardiacaccia. I tre lo hanno picchiato violentemente, fino a lasciarlo quasi incosciente a terra, con il sangue che gli colava dalla testa. L'ambientalista è stato portato d'urgenza in ospedale, dove ha ricevuto cure per commozione cerebrale e punti di sutura per la grave ferita alla testa. Anche se sotto shock, è in condizioni stabili.

Informazioni sull'incidente nel nostro comunicato stampa.  

La tua donazione fa la differenza!

E' prima di tutto la tua donazione che ci dà la possibilità di realizzare campi antibracconaggio in tutta Europa, di portare avanti campagne e azioni e di lottare per la protezione degli uccelli. Il CABS è finanziato unicamente dalle donazioni di privati, di Fondazioni, di altre associazioni e da lasciti testamentari. La nostra associazione è riconosciuta in Germania come ONLUS dal governo federale.


Voglio fare una donazione