Printer-friendly version

Benvenuti nel sito del

COMMITTEE AGAINST BIRD SLAUGHTER (CABS)


Malta : iniziato il primo campo di protezione uccelli del secondo semestre (11.08.2018)

Con l'inizio della migrazione degli uccelli, iniziano anche le attività del CABS nell'area mediterranea: il primo campo di protezione degli uccelli della seconda metà dell'anno è già iniziato a Malta. La nostra priorità di agosto è contro la cattura illegale di trampolieri con enormi reti. Tuttavia, ci sono anche le prime uccisioni di specie di uccelli protette: il 10 agosto, tre cicogne bianche sono state abbattute, il resto dello sciame di cicogne di 18 esemplari è ora sorvegliato dai nostri volontari e dalla polizia tutto il giorno!

Maggiori informazioni sulle nostre azioni e campagne a Malta qui!!


Una bella giornata per gli uccelli:
La Corte di Giustizia Europea condanna Malta per il trappolaggio (21.06.2018)

La Corte di Giustizia Europea ha condannato Malta per aver approvato la cattura di uccelli. Il governo maltese ha permesso, nel corso degli anni, la cattura di sette specie di fringillidi tra cui il Cardellino, il Fringuello, il Frosone questo contro il diritto comunitario che vieta l'utilizzo di reti. Gli uccelli finivano, a decine di migliaia, in piccole gabbie nei mercati dell'isola. Tutte le argomentazoni addotte dal governo maltese sono state rigettate dai giudici: Malta ora non ha altra possibilità che di proibire una volta per tutte il trappolaggio! Il CABS insieme con il suo partner Birdlife Malta, ha contribuito con dati e analisi a far sì che si arrivasse al verdetto di oggi.

Il verdetto della Corte lo trovate qui!!


Antibracconaggio in Libano:
La prima volta del CABS nel Medio Oriente (01.09.2017)

Al fine di sostenere il governo libanese nella lotta contro il bracconaggio, il CABS ha organizzato insieme alla SPNL per questo mese di settembre il suo primo Campo Antibracconaggio nel paese dei cedri. La nostra azione coincide col passaggio delle cicogne bianche da 1 al 15 settembre. Vi prendono parte 6 esperti antibracconieri del CABS, provenienti da Italia, Francia, Germania, UK e Turchia. Le operazioni includono la sorveglianza del territorio e documentare e denunciare ogni abbattimento di specie protette. Un campo al confine con la Siria non è privo di pericoli. E' la prima volta che ci spingiamo fino al Medio Oriente nella storia della nostra associazione!


Libano: il CABS documenta il massacro dei rapaci
Il video degli abbattimenti ora online (07.09.2017)

Stamattina un nostro team è stato testimone del comune massacro di rapaci che si perpetra durante la migrazione in Libano I falchi arrivati la sera prima dal nord, avevano passato la notte fra i cedri sulle pendici delle montagne. All'alba i cacciatori sono arrivati in piccoli gruppi e hanno preso posizione. La fucileria è iniziata appena i falchi hanno preso il volo. Almeno 50 sono caduti davanti ai nostri occhi in poche ore, alcuni persino davanti ai nostri piedi.

Il terribile video con le immagini dell'accaduto lo trovate qui »»



Campo a Cipro: nove settimane di operazioni antibracconaggio (27/08/2017)

Per quest'anno abbiamo deciso di iniziare il nostro campo autunnale a Cipro già a fine agosto. Dal 27 agosto il nostro team è sull'isola e la scelta non si è mostrata sbagliata: nella famigerata ESBA (la base militare britannica) abbiamo già smantellato 11 reti e denunciato due uccellatori. Insieme alla polizia abbiamo liberato 30 uccelli, fra cui ben 10 usignoli. Altri tre denunciati nella Repubblica di Cipro, dove il nuovo sistema di sanzioni sembra funzionare bene.

Il nostro campo durerà fino a fine ottobre: fino a che l'ultima capinera non sarà passata, non lasceremo l'isola!


Malta: Concluso la prima operazione della seconda metà dell'anno:
Campo per la protezione dei limicoli a Malta (04.08.2017)

a Malta il trappolaggio dei limicoli è ridotto ai minimi termini! Il bilancio positivo viene dopo le ultime due settimane di campo sull'isola Stato. Abbiamo cercato da terra e dal cielo se i bracconieri avevano allestito le solite pozze d'acqua artificiali per attrarre i piccoli migratori del fango, piro piro, pettegole, gambecchi.. ma con scarsi risultati. Nel 2014 avevamo rinvenuto ben 22 siti con enormi reti da cattura, quest'anno solo 3! Uno di loro è stato denunciato alla polizia che gli ha sequestrato le reti. Un ulteriore indizio del calo viene dalla notte: solo 4 richiami ci hanno segnalato l'attività di trappolaggio quest'anno, mentre nel 2014 erano stati 18.


Campo per la protezione delle balie: Il CABS insieme coi Carabinieri Forestali contro il bracconaggio a Brescia (23.08.2017)

Non gli basta sparare e catturare pettirossi, passere scopaiole e fringuelli a ottobre, cacciatori e bracconieri bresciani sono partiti a fare danni già ad agosto. Eh sì, perché quando si preparano i capanni da caccia per ottobre, l'erba bassa e gli alberi da frutto attraggono migliaia di balie in migrazione e allora perché non ammazzarne qualche centinaio? Proprio intorno ai capanni da caccia, anzi al loro interno, abbiamo rinvenuto e segnalato 13 siti attivi ai carabinieri forestali e su questi 8 persone sono state denunciate. Sono 230 le sep e 35 le reti sequestrate (circa 400 metri). Liberati 76 uccelli, balie, prispoloni e tordi vari.