Printer-friendly version

Ladri di uccelli condannati a due anni di carcere

Emesso oggi il verdetto dal Tribunale tedesco: due anni con la condizionale, 95.000 € di spese processuali e 250 ore di lavoro di utilitá sociale
Avevano prelevato uova da nidi in Grecia, Spagna, Germania e Scandinavia

Piccole rarità contrabbandate. T. riportava i nidiacei in Germania in un camper attrezzato per occultare i piccoli.Piccole rarità contrabbandate. T. riportava i nidiacei in Germania in un camper attrezzato per occultare i piccoli. Per molti anni i due sedicenti allevatori di uccelli tedeschi hanno saccheggiato i nidi delle specie più rare d'Europa e ne hanno venduto il contenuto dietro forti somme di denaro. Avevano attrezzato il loro camper con delle incubatrici nascoste che gli permettevano di trasportare i nidiacei per giorni e giorni, mentre i due depredavano i nidi delle specie più rare d'Europa. Alla fine delle razzie i piccoli o le uova venivano ricondotti in Germania e venduti per internet. Il 22.03.2012 i due imputati di 59 e 63 anni sono stati infine condannati per reati contro l'ambiente e puniti con due anni di carcere con condizionale e 250 ore di lavoro sociale obbligato. In più devono rimborsare ora le spese processuali per 95.000€, una cifra enorme giustificata da un processo mammut con decine di perizie tecniche e i due imputati che hanno negato fino all'inverosimile.

Alcune delle uova sequestrate ai due razziatoriAlcune delle uova sequestrate ai due razziatori Gli uccelli sottratti alla natura - pettegole, pavoncelle, pivieri dorati, upupe, porciglioni - venivano tenuti nel giardino di T., trasformato in un complesso di gabbie e voliere: a chi chiedeva spiegazioni sulla presenza di tante raritá nel retro di una casa, i due rispondevano che si trattava di esemplari nati in cattivitá. I due addirittura si vantavano pubblicamente del loro talento nel far riprodurre specie tanto rare in voliera. Le autorità avvallavano le loro dichiarazioni e confermavano la nascita degli esemplari in cattivitá. Subito dopo questi venivano messi in vendita in internet, da 500 fino a 1.500 € per animale.

Che ci fosse qualcosa di losco nella faccenda, sarebbe dovuto saltare all'occhio delle autorità già da tempo. Nel giugno 2004 T. viene fermato dalla polizia norvegese, mentre superava la frontiera con la Finlandia trasportando 100 uova di uccelli selvatici. Pure le autoritá tedesche, informate prontamente, non ritengono necessario compiere delle perquisizioni in casa del contrabbandiere.

Uova di limicoli sequestrate dalla polizia tedescaUova di limicoli sequestrate dalla polizia tedescaNe approfitta T. che proprio in quelle settimane, di ritorno da un altro viaggio, fonda con un complice una "societá per l'allevamento di uccelli rari" e posta in internet nuove offerte ogni settimana. "Può venire a ritirare il fratino quando vuole, per 100€. Ci faccia solo sapere quando può venire a Metelen" - scrive il socio di T. nel novembre 2005 a un acquirente interessato.

L'attivitá doveva essere redditizia per i due criminali, ma non solo. Gli ha garantito anche un certo nome nei circoli degli allevatori. Per esempio T. viene invitato a tenere una conferenza ad Hannover su "Allevamento e riproduzione in cattivitá dei limicoli": in tutta la Germania i due sono famosi come i veri esperti nella tecnica dell'allevamento di specie rare di limicoli. Le autoritá continuano a non voler effettuare nessun controllo.

In assenza di iniziative da parte dell Stato, è il CABS che il 23 giugno 2005 sporge denuncia presso la dogana di Colonia per sospetto di contrabbando di specie protette e minacciate. In allegato come materiale indiziario le numerosissime vendite realizzate in internet dai due "maghi dei limicoli". Ma anche la dogana non fa nulla: T. ha già pagato una multa in Norvegia ed è stato già castigato per contrabbando! Evidentemente non gli è bastato...

Nel camper avevano attrezzato incubatrici usando doppifondoNel camper avevano attrezzato incubatrici usando doppifondo Finalmente il fascicolo del CABS finisce nelle mani della polizia criminali di Steinfurt, che decide di muoversi. L'occasione per muoversi è una nuova ondata di vendite in internet del duo: questa volta sono corrieri, combattenti, averle piccole in offerta, tutte specie rare.. Il 1° di agosto la polizia si presenta per una perquisizione. Devono controllare voliere con centinaia di uccelli. Molti non sono marcati o marcati male. T. e il socio non sanno giustificare la provenienza degli esemplari, così 250 esemplari di 20 diverse specie - sterne, cavalieri d'Italia, merli acquaioli, pernici di mare, averle capirosse e persino un re di quaglie - vengono sequestrati e affidati a un centro di recupero. Nel freezer vengono trovati in più 20 cadaveri di uccelli e numerose uova. Nella nona sessione del processo, finalmente i due confessano...

Secondo il CABS fino ad allora i due criminali avevano condotti indisturbati per almeno 5 anni un fiorente commercio di uccelli con guadagni notevoli di centinaia di migliaia di euro.

Vendite in grande stile di T. e socio sulla piattaforma tedesca "Vogelnetzwerk.de“.

Data 21.11.2004, 18:35
Categoria: Uccelli europei
Tipo di annuncio: Offerta
Annuncio: Schiribilla, Svasso piccolo, Avocetta, Corriere piccolo, Combattente, Codirossone in vendita. Tutti allevati in cattività 04
Luogo: 48629 Metelen
Data: 05.11.2005., 16:12
Categoria: Uccelli europei
Tipo di annuncio: Offerta
Annuncio: Fratino, Corriere piccolo, Chiurlo, Piviere dorato in vendita
Luogo: Metelen
Data: 14.09.2006, 20:00
Categoria: Uccelli europei
Tipo di annuncio: Offerta
Annuncio: Limicoli in vendita: Pavoncella, Pavoncella armata, Cavaliere d'Italia, Pettegola, Combattente, Chiurlo, Porciglione, Piviere dorato, Corriere piccolo, Pernice di mare, Fraticello
Luogo: 48629 Metelen
Data: 16.09.2006, 17:58
Categoria: Uccelli europei
Tipo di annuncio: Offerta
Annuncio: in vendita piccoli di limicoli: Pavoncella, Pavoncella armata, Porciglioni
Luogo: 48629 Metelen