Printer-friendly version

Resoconto annuale 2018

Gennaio

Lucherino in gabbiaLucherino in gabbia

  • Il Cabs gestisce la più grande banca dati centralizzata sulla persecuzione dei rapaci e i crimini contro la fauna selvatica in Germania. Si chiama «Edgar», e a gennaio abbiamo pubblicato il nostro primo rapporto per il 2005-2015. Nel periodo preso in esame sono stati registrati un totale di 998 casi tra abbattimenti illegali, utilizzo di trappole e veleno e altre tipologie di reati. Le vittime sono state 1.445: 805 poiane, 156 nibbi reali e 136 esemplari di altri falconiformi. La maggior parte dei casi è stata registrata nel Nord Renania-Vestfalia, nel Brandeburgo e in Baviera.
  • Campo invernale a Cipro: i nostri volontari hanno lavorato alla ricerca di siti di trappolaggio per quasi tutto il mese di Gennaio e le segnalazioni alla polizia hanno permesso di smantellare 137 reti, 118 bacchette di vischio e di denunciare quattro bracconieri, multati con sanzioni da 500 a 8.000 euro. Oltre 500 uccelli sono stati liberati.
  • Nello stesso mese è stata potenziata la riserva del Cabs nella regione più settentrionale della Germania, lo Schleswig-Holstein. Qui la nostra organizzazione possiede una zona umida protetta, nota come «Raisdorfer Teichlandschaft», acquisita nel 1984 e rifugio per numerose specie di flora e fauna in via di estinzione. All’inizio dell’anno sono state messe in atto diverse misure di miglioramento ambientale. Pascoli e alberi sono stati sistemati e uno degli stagni è stato dragato per creare un habitat più adatto per la prossima stagione riproduttiva.
  • Blitz contro la cattura e il commercio illegale di fringillidi nell’Italia meridionale. A seguito di una relazione del Cabs, le forze di polizia locali hanno visitato il famigerato mercato degli uccelli di Ballarò, a Palermo, denunciando e sanzionando due commercianti e sequestrando 61 esemplari: 22 verzellini, 21 cardellini (foto sotto), 16 lucherini e due fringuelli sono stati liberati pochi giorni dopo.

Febbraio

Uccelli e lacci sequestrati in SardegnaUccelli e lacci sequestrati in Sardegna

  • Il mese è andato in archivio registrando l’ottimo risultato dal nostro campo antibracconaggio in Sardegna. In una sola settimana, nella parte meridionale dell’isola i volontari del Cabs e i carabinieri forestali hanno sequestrato oltre 180 reti di da uccellagione per una lunghezza totale di più di 2 chilometri. Inoltre sono state trovate e smantellate una dozzina di trappole a scatto e diverse gabbie trappola; 26 uccelli sono stati liberati illesi e, soprattutto, 7 bracconieri sono stati denunciati.
  • C’è stato anche il tempo per promuovere la nostra attività in Germania, perché in febbraio il Museo di Storia naturale di Erfurt ha ospitato una mostra sulla storia della caccia agli uccelli in Europa. Tra le varie esposizioni c’era una sintesi del lavoro del Cabs, accompagnata da esemplari di trappole sequestrate a Cipro e in Italia.
  • Questo mese ha registrato anche il colpo assestato a un killer di falchi della Renania-Palatinato: il Cabs ha scoperto un rapace morto e una poiana viva accanto a una gabbia trappola che usava come esca piccioni vivi nella proprietà di un allevatore di colombi di Bingen. La polizia ha sequestrato il tutto e avviato un procedimento penale.
  • Sempre in febbraio, in occasione del «Live at Lush» di Londra abbiamo presentato le nostre campagne a Cipro e in Libano. Si tratta di una occasione di incontro e confronto degli attivisti e degli amanti della natura di tutto il mondo. Siamo stati raggiunti anche da Assad Serhal, direttore dell’Associazione per la protezione della natura in Libano (Spnl), nostro partner nel paese mediorientale. Il marchio Lush sostiene molti progetti ambientali, compresa la nostra campagna in Spagna.
  • Da Londra a Berlino per un colpo assestato al commercio illegale di uccelli. Una informativa del Cabs ha portato i funzionari dell’Ufficio statale per le indagini penali a sequestrare sei cardellini appena catturati in un appartamento nel quartiere di Neukölln. Gli uccelli erano stati messi in vendita on line al prezzo di 100 euro ciascuno e il commerciante è stato condannato a pagare una pesante sanzione.

Marzo

Periferia di Beirut: caccia alle rondini. La polizia ferma i cacciatori.Periferia di Beirut: caccia alle rondini. La polizia ferma i cacciatori.

  • Durante due operazioni in Italia, i nostri attivisti hanno permesso ai carabinieri forestali di individuare e denunciare quattro trafficanti di avifauna. Sull’Isola di Ponza è stato catturato un uccellatore che gestiva mini tagliole e una gabbia trappola per catturare fringillidi, mentre sulle montagne della provincia di Brescia sono stati individuati tre grandi siti di reti e si è arrivati anche alla verbalizzazione dei proprietari e alla liberazione di una dozzina di uccelli (Merli, Verdoni e Verzellini, ecc.).
  • Azione in Libano: nella periferia di Beirut, un team del CABS ha documentato il massacro di rondini e rondoni in migrazione. Nella vicenda, che ha visto coinvolte molte persone, compresi diversi bambini, sono stati utilizzati fucili a pompa per uccidere centinaia di uccelli mentre passavano lungo la costa, vicino ad un quartiere residenziale. Dopo circa un'ora, è intervenuta la polizia che ha “redarguito” diverse persone.
  • Sempre in Libano, questa Aquila anatraia maggiore nella foto (Aquila clanga) è stata fucilata dai bracconieri a metà Marzo e poi brutalmente abbandonata. Degli escursionisti l’hanno trovata e l’hanno portata in un centro di recupero privato, dove i nostri attivisti (nella foto il biologo del CABS Axel Hirschfeld) hanno potuto esaminarla. Sfortunatamente per lei, non c’è stata alcuna possibilità di pieno recupero e non potrà tornare a volare. Sebbene si sia così conclusa la prima operazione del CABS in Libano, i team dei nostri partner locali hanno tuttavia continuato a monitorare e a pattugliare ogni attività di caccia illegale in atto durante il periodo primaverile. La maggior parte dei partecipanti di questo campo antibracconaggio, è infatti poi “migrato” direttamente a Malta per sostenere gli sforzi del Cabs che erano in corso contro il trappolaggio illegale di fringillidi.
  • Trappolatore di Astore n.2! A seguito di una segnalazione di un socio, un team del CABS ha scoperto una trappola per rapaci attiva proprio accanto a una piccionaia con due piccioni vivi usati come richiami in un piccolo giardino a Köngen (est di Stoccarda). La Polizia ha sequestrato la trappola e denunciato il proprietario del terreno. I due richiami vivi sono stati consegnati a un centro di recupero locale.
  • Operazioni di polizia contro l’uccellatore nel Nord Reno-Westfalia: un team del CABS ha scoperto due "gabbie trappola" illegali per rapaci e corvi mentre controllavano una zona di caccia a Espelkamp (Minden-Lübbecke). Nelle trappole c’erano cibo e stampi di corvi di plastica come esche. La polizia è stata chiamata a sequestrare entrambe le trappole ed è stato avviato un procedimento penale.
  • Vista a volo d'uccello su Malta: per documentare l'entità della cattura illegale di uccelli in primavera, il CABS ha noleggiato un aereo e ha sorvolato l’isola di Malta e di Gozo per fare una mappa dettagliata dei siti di trappolaggio illegali. Sono stati documentati e mappati un totale di 182 siti di cattura attivi che utilizzano prodine (impianti con reti a scatto) di grandi dimensioni. Rispetto all'anno precedente, c’è stato un aumento di oltre il 30%. Le posizioni dei siti di trappolaggio trovate sono state poi sistematicamente riferite alla polizia.

Aprile

Nibbio ucciso con l' E605, "il veleno della suocera" (Nordrhein-Westfalen)Nibbio ucciso con l' E605, "il veleno della suocera" (Nordrhein-Westfalen)

  • Nella famosa rivista tedesca "Vogelschutz" (Rapporti sulla protezione degli uccelli), il CABS in cooperazione con il Consiglio tedesco per la protezione degli uccelli (DVR) ha pubblicato un'analisi delle statistiche della caccia ufficiale agli uccelli fornite dall'UE. I risultati del rapporto sono allarmanti: nonostante alcune specie siano in drastico declino, le popolazioni di Allodola, Tortora comune, Pavoncella e continuano a essere uccise in molti paesi. I risultati dello studio sono stati ripresi e discussi da molti media tedeschi come lo "Spiegel" e da numerose riviste ornitologiche. Una versione inglese del documento sarà da noi pubblicata a breve .
  • Con la fine della migrazione degli uccelli, dopo otto settimane di operazioni, si è concluso il campo antibracconaggio di primavera a Cipro. I team del CABS sono stati attivi sull'isola mediterranea dall'inizio di Marzo e hanno trovato e raccolto un totale di 305 bacchette di vischio e 9 reti . Questi numeri sono straordinariamente bassi! In confronto, nello stesso periodo del 2017, sono stati trovati 1.834 bacchette di vischio e 19 reti, sembra che la nostra perseveranza stia dando lentamente i suoi frutti!
  • Durante il nostro grande campo antibracconaggio a Malta, nelle tre settimane di monitoraggio sull’isola, i nostri team hanno catturato e filmato 13 trappolatori di fringillidi e due bracconieri di Tortora comune. Grazie ai nostri filmati, dieci persone sospette sono state successivamente identificate dalle autorità e hanno dovuto affrontare multe a quattro cifre oltre alla revoca permanente delle loro licenze di caccia.
  • Durante un'operazione di una settimana sull'isola sorella di Malta, Gozo, i nostri volontari con il supporto della polizia, hanno scoperto e segnalato nove enormi gabbie trappola di Tortora comune e siti di trappolaggio per fringillidi e Quaglie . Considerato che i siti di cattura illegale erano terreni privati, sono state avviate indagini contro i proprietari. Sono state sequestrate e successivamente liberate, un totale di 14 Tortore comuni, 8 Storni, 2 Quaglie e circa 30 fringillidi .
  • Anche in aprile, la nostra banca dati tedesca dei reati contro i rapaci (EDGAR) ha ricevuto numerosi nuovi casi di uccisioni illegali. A Bocholt (Nord Reno-Westfalia) un Falco pellegrino è stato sparato e a Diepholz (Bassa Sassonia) è stata trovata una gabbia trappola per rapaci. Una Poiana è stata uccisa con un fucile ad aria compressa a Bonn e un Nibbio reale è stato deliberatamente avvelenato nel distretto di Borken. Tutti i casi sono stati denunciati alle autorità.

Maggio

Stiaccino ucciso da una trappolina a IschiaStiaccino ucciso da una trappolina a Ischia

  • Campo antibracconaggio a Ischia: nella nostra operazione contro la caccia primaverile illegale sull'isola sono stati disattivati cinque siti di trappolaggio, per un totale di 52 trappole a scatto (sep), utilizzati soprattutto per lo Stiaccino e il Culbianco. Inoltre, i nostri volontari hanno scoperto due fucili da caccia nascosti dai bracconieri e 300 munizioni che sono stati successivamente confiscati dalla polizia. Un bracconiere mascherato è stato successivamente denunciato e condannato. Il fenomeno del trappolaggio di uccelli sull’isola di Ischia si è notevolmente ridotto negli ultimi 20 anni come risultato diretto dei nostri campi antibracconaggio.
  • In Calabria e in Sicilia, i nostri attivisti che si battono contro il massacro dei rapaci in migrazione hanno denunciato tre bracconieri che sparavano ai Falchi pecchiaioli. Grazie a un rapporto del CABS, altri due falchi da poco sparati e diverse trappole per mammiferi sono stati trovati durante le perquisizioni domiciliari e sequestrati come prova. Le persone denunciate sono in attesa di processo.
  • Dopo quasi un anno di ricerche partite dal lavoro investigativo del CABS, i carabinieri forestali hanno arrestato una banda di commercianti di uccelli canori in Calabria. Tramite queste indagini, sono stati condotti diversi blitz da parte delle autorità, che hanno operato sequestri per un totale di oltre 300 uccelli vivi . Sette uomini di età compresa tra i 27 ei 70 anni sono stati arrestati e sottoposti a procedimento giudiziario.
  • Azione in Alto Adige, Italia: tra il 19 e il 27 maggio i volontari del CABS e le forze di polizia locale hanno monitorato gli enormi meleti. Centinaia di migliaia di tordi nidificano in questi estesi campi coltivati e sfortunatamente i nidi vengono ripetutamente saccheggiati da uccellatori. I ladri di nidi sono commercianti di uccelli del Nord Italia che vendono gli uccelli maschi, le femmine vengono uccise, come richiami vivi ai cacciatori per poi esporli al capanno.
  • A Protaras, Cipro, un team del CABS ha trovato questo Gruccione con una ferita da arma da fuoco e una ala rotta. Un veterinario ha cercato invano di salvare l'animale (foto dell'operazione), ma sfortunatamente le ferite erano troppo gravi. Oltre all'utilizzo di bacchette di vischio e reti, la caccia illegale rappresenta un serio problema a Cipro. Accanto alle Capinere, i Gruccioni sono le vittime più comuni del bracconaggio!

Giugno

Successo a Strasburgo: la Corte di Giustizia dichiara illegale la cattura di fringillidi a MaltaSuccesso a Strasburgo: la Corte di Giustizia dichiara illegale la cattura di fringillidi a Malta

  • Allevato - rilasciato - sparato! CABS lancia una campagna locale contro il sollevamento pianificato del divieto di sospensione per anatre e fagiani di allevamento da parte del nuovo governo statale nel Nord Reno-Westfalia. Oltre alle all’abbattimento di animali provenienti da allevamenti, il Ministero dell'Agricoltura prevede anche di istituire una stagione di caccia per specie protette in precedenza.
  • Pur essendo chiusa la stagione di caccia, il CABS riceve diversi rapporti e testimonianze di massacri illegali di uccelli sia migratori che stanziali in tutto il Libano, tra questi, molte specie protette come Cicogne bianche (foto), Aironi, rapaci, Rondini, Gruccioni e Rigogoli (foto). I bracconieri spesso pubblicano online le foto dei loro trofei abbattuti ed è chiaro che queste violazioni continuano a verificarsi indisturbate. In cooperazione con diverse ONG locali e volontari partner, il CABS raccoglie e segnala questi episodi e vuole garantire che la legge sulla caccia venga applicata al fine di scoraggiare il bracconaggio e aumentare la consapevolezza dell'importanza della conservazione e della protezione degli uccelli selvatici.
  • Altri casi di uccisioni di rapaci in Germania: tra le vittime anche un Gufo reale nel distretto di Soest (Nord Reno-Westfalia) e un Astore nel Wiesbadener Stadwald (Hesse): le analisi del contenuto dello stomaco degli uccelli hanno rivelato tracce di carbofuran , un pesticida vietato da diversi anni. Nel Burgenlandkreis (Sassonia-Anhalt),dopo aver trovato una rapace catturato in una trappola, le autorità hanno investigato tra gli allevatori di polli locali.
  • Commerciante di uccelli condannato: un uomo di Oberhausen è stato condannato a quattro mesi di libertà vigilata e una multa di € 500 dopo per aver messo in vendita online almeno 25 cardellini. Le autorità sono venute a conoscenza del caso in seguito a una relazione del CABS. Gli uccelli sono stati tutti liberati.
  • La cattura di fringillidi a Malta viola la legislazione dell'UE: la Corte di giustizia europea ha finalmente condannato Malta per aver permesso di catturare i fringillidi con reti a scatto. Per anni, Malta ha annullato Legge europea e ha approvato migliaia di licenze di cattura ogni anno. CABS e il nostri colleghi di BirdLife Malta hanno criticato questa pratica e documentato l’ impatto della cattura di massa per la Commissione europea. Il verdetto finale segna uno dei più grandi successi nella protezione degli uccelli migratori europei negli ultimi anni.

Luglio

La maschera da teschio non gli serve: bracconiere sentenziato a pagare 1.600 euro di multa a MaltaLa maschera da teschio non gli serve: bracconiere sentenziato a pagare 1.600 euro di multa a Malta

  • Le segnalazioni sull’uccisione illegale di rapaci in Germania non si fermano: un Astore femmina è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre preparava il nido in Assia, una Poiana è stata deliberatamente avvelenata con un insetticida di uso vietato nel Nord Reno-Westfalia, così come quattro Falchi pellegrini nella Renania-Palatinato e cinque Nibbi reali trovati avvelenati in Schleswig-Holsten e in Sassonia.
  • Il trappolaggio legale di uccelli in Spagna è stato messo al bando: le regioni di Castilla-La Mancha, Castiglia e Leon, Murcia e Valencia non rilasciano più permessi di cattura degli uccelli. Il CABS annuncia che monitorerà il rispetto il nuovo divieto di cattura con diversi volontari in autunno.
  • Ogni anno, lo staff del nostro “progetto Sterna” in Brandeburgo e in Sassonia-Anhalt installa più di 90 zattere-nido artificiali nelle zone umide adatte per aiutare la riproduzione del Mignattino (Chlidonias niger), una specie minacciata di estinzione in Germania. Quest’anno i risultati raggiunti hanno dimostrato quanto questo sforzo sia importante: si sono riprodotti con successo un totale di 41 Mignattini e 10 Gabbiani comuni.
  • "Cacciatore con il teschio" in tribunale: a Malta tre uccellatori sono stati condannati dal tribunale penale ad una multa di € 1600 e revoca delle licenze di caccia. Nel mese di marzo 2017, i volontari del CABS avevano filmato questi bracconieri mentre catturavano illegalmente fringillidi vicino a Bahrija e nel maldestro tentativo di nascondere la loro identità, indossavano maschere, una di queste con le sembianze di un teschio. Ma gli è andata male: il bracconiere è stato comunque alla fine identificato!
  • L'ufficio del CABS di Milano è stato convertito in un centro di salvataggio per i Rondoni maggiori e comuni. Andrea Rutigliano – CABS team leader per l'Italia e Cipro (foto) - ha preso diversi pulli da un Centro recupero uccelli a Como, nel nord Italia. I pulli erano caduti dai nidi o sono stati vittime di lavori di ristrutturazione impropri. Le cure lunghe e impegnative, che sono durate giorno e notte, hanno dato buon esito: i 14 Rondoni maggiori e 7 Rondoni comuni si sono involati!

Agosto

18 cicogne uccise in 2 settimane a Malta18 cicogne uccise in 2 settimane a Malta

  • Operazione contro la cattura di Balie nere: nelle montagne intorno al Lago di Garda (Brescia), i volontari del CABS sono stati impegnati in una missione di due settimane contro la cattura di Balie nere e altri uccelli che migrano in anticipo rispetto ad altre specie . Durante l’ operazione, che è stata effettuata in stretta collaborazione con i Carabinieri forestali, sono state trovate e disattivate: 191 trappole a scatto (sep), 22 reti e 26 archetti. 11 bracconieri sono stati colti in flagranza di reato e denunciati dai militari.
  • Cattura di limicoli a Malta: nonostante il caldo afoso di oltre 40 gradi, un team del CABS ha trascorso una settimana a Malta alla ricerca di siti di cattura attivi per Piro piro, Pettegole, Gambecch e altri limicoli e trampolieri . Sono stati scoperti quattro grandi siti di cattura, ciascuno con 40 metri di rete a scatto. A seguito delle segnalazioni del CABS, l’unità della polizia ambientale maltese (ALE) ha sequestrato tutti gli impianti e le attrezzature e ha avviato dei procedimenti penali contro i proprietari dei terreni.
  • Il CABS ha preso parte al “Birdfair 2018” : tra il 17 e il 19 Agosto, nel parco acquatico di Rutland nel Regno Unito, ha avuto luogo la più grande fiera della natura e per la protezione degli uccelli. Oltre 40.000 i visitatori presenti e più di 400 gli espositori provenienti da tutto il mondo con opere d’arte sugli uccelli, viaggi e protezione dell’avifauna. Anche il Cabs ha raccontato del suo lavoro per una migliore protezione dei migratori nel Mediterraneo, come con i nostri campi a Cipro e in Libano
  • A Malta, insieme ai nostri colleghi di Birdlife Malta, abbiamo documentato l’abbattimento di almeno cinque Cicogne bianche. Nonostante il nostro costante monitoraggio, 24 ore su 24 sul resto dello stormo, gli uccelli sono stati ripetutamente presi a fucilate. Alla fine, tutti gli adulti sono stati uccisi e i giovani disorientati non sono riusciti a lasciare l’isola e a continuare la di loro rotta migrazione . Nessuna delle 18 Cicogne é sopravvissuta al cruento massacro e la vicenda ha suscitato scalpore sia a Malta che a livello internazionale. Secondo delle testimonianze , due cacciatori sono stati denunciati.

Settembre

Enorme sito di cattura con reti messo sotto sequestro in LibanoEnorme sito di cattura con reti messo sotto sequestro in Libano

  • In Libano, dal 9 al 21 settembre, il CABS ha svolto la sua terza importante missione contro il bracconaggio illegale di uccelli. L'obiettivo è stato quello di presidiare le aree più sensibili, i 'bottleneck' nei corridoi delle montagne e nella valle della Bekaa durante il picco di migrazione. I nostri team hanno documentato massacri inimmaginabili di uccelli migratori. Tuttavia, come piccolo barlume di luce, per la prima volta, è stato anche possibile garantire l'arresto di 15 bracconieri. Durante un’operazione nella parte settentrionale, si è invece proceduto a smantellare un enorme sito di cattura per i piccoli uccelli .
  • A Malta, i volontari di CABS e gli ornitologi maltesi hanno monitorato l'inizio ufficiale della stagione di caccia. Tra il 1 settembre e la metà di novembre, sono stati documentati più di 60 episodi con uccisioni di specie di uccelli protette, tra cui numerosi Falchi pecchiaioli, Falchi di Palude, Lodolai, Gufi di palude, Aironi e Fenicotteri. Per la prima volta dopo tanto tempo, è stato notato un leggero aumento del bracconaggio.
  • Operazioni notturne contro la caccia illegale di Quaglia nell'Italia meridionale: in Puglia il CABS ha condotto un'operazione contro l'uso illegale su larga scala dei richiami elettroacustici per attirare un numero enorme di Quaglie per poi poterle abbattere. Durante una settimana, sono stati identificati e disattivati 9 impianti elettroacustici. Un’azione simile è stata svolta anche in Serbia – dove sono stati smantellati 23 richiami e due cacciatori sono stati denunciati.
  • 359.000 piccoli uccelli sono stati salvati nel Nord Italia: nel Consiglio regionale Lombardia il partito di destra "Lega Nord" fallisce il suo il tentativo di riattivare con le deroghe la cattura di richiami vivi (19.000 tordi) e autorizzare la caccia in deroga ai piccoli uccelli protetti come peppole e fringuelli . Insieme alle altre associazioni e organizzazioni di protezione ambientale, il CABS ha formato una campagna di alleanze causando un'enorme ondata di proteste. Il voto segreto in Consiglio regionale alle due pregiudiziali ha così dichiarato incostituzionali le proposte di legge.

Ottobre

Pettirossi spennati sequestrasti durante il campo a BresciaPettirossi spennati sequestrasti durante il campo a Brescia

  • Lotta contro i bracconieri nel nord Italia: dal 29 Settembre al 28 Ottobre un totale di 52 volontari del CABS provenienti da tutto il mondo , si sono trovati a Brescia per scovare i siti illegali di cattura e per fermare il bracconieri collaborando con il SOARDA , l'unità speciale dei carabinieri forestali. Quarantaquattro bracconieri sono stati denunciati e 170 uccelli vivi sono stati liberati . I sequestri effettuati comprendono: 392 archetti, 279 trappole a scatto (sep), 109 reti da uccellagione, 11 fucili da caccia non registrati e circa 2.100 piccoli uccelli spennati e congelati.
  • In seguito alla sentenza della Corte di giustizia europea in giugno, i volontari del CABS hanno monitorato il rispetto del recente divieto di cattura dei fringillidi sull’isola di Malta. In un mese, sono stati trovati e segnalati alla polizia 43 siti di cattura illegale. I nostri team hanno filmato gli uccellatori in 12 di questi siti che sono stati in seguito identificati dalle autorità. In totale, operazione ha portato al sequestro di 20 reti di grandi dimensioni, due trappole gabbia e 81 richiami vivi.
  • Trappole in Germania: vicino a Edewecht (distretto Ammerland / Bassa Sassonia) un volontario del CABS ha trovato una gabbia trappola a illegale per catturare corvidi ed altre specie. La polizia, contattata dal nostro ufficio per la criminalità contro la fauna selvatica (EDGAR), ha indagato sul caso identificando il colpevole.
  • Con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del massacro degli i uccelli migratori che sta avvenendo in Libano, il CABS ha pubblicato tre nuove campagne video che documentano l’abbattimento massiccio di uccelli protetti e in via di estinzione in Libano durante la loro migrazione autunnale. I video raggiungono più di un milioni di spettatori in pochi giorni, alcuni sono stati mostrati in prima serata sulla TV libanese news. Guarda i nostri video sul nostro canale Youtube: CABS – Vogelschutz

Novembre

Un rigogolo salvato dai limesticks a CiproUn rigogolo salvato dai limesticks a Cipro

  • Campo antibracconaggio nella Spagna orientale: durante una missione di dieci giorni nella provincia di Valencia, un team CABS è stato impegnato a investigare sulla cattura illegale di piccoli uccelli con le reti e le bacchette di vischio. Nove bracconieri sono stati denunciati come risultato delle nostre indagini. Sono stati smantellati cinque grandi impianti di cattura e sono stati sequestrati: 14 reti da uccellagione, 400 bacchette di vischio e decine di piccole trappole utilizzate per catturare i tordi migratori.
  • La famiglia del CABS cresce: il CABS ha un nuovo dipendente a tempo pieno ed esperto ambientale, Lloyd Scott dal Regno Unito. Lloyd ha precedentemente lavorato per ONG come Wildlife Trusts e RSPB. Ha anche lavorato per l'Agenzia per l'ambiente del Regno Unito ed è un investigatore esperto, nonché ornitologo. Le sue principali aree di lavoro sono le nostre campagne in Libano e a Malta e sarà un supporto per espandere la nostra presenza nel Regno Unito.
  • In una prima operazione a fine autunno in Sardegna, i volontari del CABS hanno trovato solamente 400 lacci in crine di cavallo per uccelli. 10 anni fa, normalmente si trovavano ben oltre 10.000 di queste brutali trappole sull'isola. Un grande successo quindi dei nostri molti anni di lavoro! Un altro campo antibracconaggio CABS in Sardegna seguirà a cavallo dell'anno.
  • Il nostro campo antibracconaggio a Cipro non è mai stato così lungo: è iniziato alla fine di Agosto ed è durato fino a metà Novembre. Trenta partecipanti provenienti da tutta Europa hanno trovato un totale di 2.411 bacchette di vischio, 50 reti e 115 richiami elettroacustici. 15 i bracconieri sono stati denunciati grazie alle nostre operazioni sul campo e ben 519 uccelli sono stai liberati incolumi dalle trappole. Mentre la cooperazione con la polizia britannica delle basi militari si sta sviluppando bene, l'unità anti-bracconaggio di Cipro ha quasi completamente cessato il loro supporto. Il governo di Nicosia apparentemente teme il dispiacere dei bracconieri - i loro elettori!

Dicembre

40 siti di cattura per pivieri dorati con richiami scoperti dal CABS a Malta40 siti di cattura per pivieri dorati con richiami scoperti dal CABS a Malta

  • A Malta e a Gozo, un team di CABS sta conducendo indagini notturne per documentare la cattura del Piviere dorato con reti a scatto . Otto casi sono stati segnalati alle autorità, tre richiami elettronici e numerose reti sono stati sequestrate. Sfortunatamente, i cacciatori hanno potuto dileguarsi nel buio.
  • Ogni anno, circa 5.000 Aquile anatraie minori sono uccise dai bracconieri in Libano durante la migrazione nei loro quartieri di svernamento. Questo stima sconcertante è il risultato di una ricerca congiunta del CABS e della rivista tedesca 'Der Falke'. Praticamente l'intera popolazione globale di Aquila anatraia minore attraversa questa stretta costa del Libano – con corridoi di solo 20 km di larghezza! Ora, per la prima volta è stata documentata l'entità di questo bracconaggio che minaccia di distruggere tutti gli sforzi di conservazione di questa specie attuati nelle sue aree di riproduzione in Germania e nell'Europa orientale, mettendo a repentaglio la sua sopravvivenza futura. I risultati della nostra ricerca saranno pubblicati nel numero di dicembre della rivista.
  • Nuove aree umide per la Germania del Nord. Il nostro staff che supervisiona il "Progetto Frogland" conferma il suo ottimo lavoro anche per il 2018: 40 nuovi stagni sono stati creati a Greater Kiel - Schleswig- Holstein dove finanziava al 100% il progetto. Le specie target includono anfibi come la Raganella, la Rana arvale e l’ululone, naturalmente anche libellule e uccelli acquatici. Come parte del progetto, dal 2009 sono stati creati 359 stagni, incentrati sulle province di Rendsburg-Eckernförde, Plön e Segeberg.
  • Il Centro Recupero fauna selvatica "Il Pettirosso" di Modena, sostenuto finanziariamente dal CABS, sta crescendo e prosperando. Il centro che è già il più grande nel suo genere in Italia, si sta ulteriormente espandendo, altri 70.000 mq saranno infatti utilizzati come recinti per animali feriti come cinghiali e cervi. In totale sono stati registrati più di 3.900 animali nel 2018, tra di loro 960 piccoli uccelli (di cui 520 erano richiami sequestrati dai cacciatori), 420 rapaci, 310 piccoli carnivori (faine, tassi, volpi, ecc.), 620 ungulati (cervo, cinghiale, cervo rosso), 590 ricci e oltre 300 piccoli mammiferi (pipistrelli, ghiri, ecc.).

SOSTIENICI 2019:

Nel 2018 - Committee Against Bird Slaughter (CABS) ha riunito più di 250 volontari provenienti dall'Europa e dal Medio Oriente per condurre un totale di 26 campi antibracconaggio in 7 paesi, nei punti caldi del bracconaggio nel bacino del Mediterraneo.

4532 trappole, 569 reti, 147 richiami elettroacustici sono stati smantellati, 146 sono stati i bracconieri denunciati e oltre 4000 uccelli sono stati liberati da trappole illegali. Un numero infinito di altri uccelli hanno cambiato il loro destino in meglio con la nostra presenza e il lavoro sul campo.

Tutte le nostre operazioni sono finanziate interamente da donazioni di sostenitori e costano circa € 200.000 all'anno. Per favore aiutaci a continuare e ad espandere il nostro lavoro con una donazione - ogni centesimo viene usato “per mettere gli stivali sul terreno” e proteggere gli uccelli migratori dal bracconaggio

visita: https://www.paypal.me/forbirds

Oppure

Komitee gegen den Vogelmord e.V. / Comitato contro il bracconaggio agli uccelli migratori (CABS)

IBAN: DE61 3702 0500 0008 1255 00 BIC: BFSWDE33XXX

Ringraziamenti

Vorremmo esprimere i nostri sinceri ringraziamenti alla Pro Biodiversity Foundation (Bielefeld), la Fondazione Karl Kaus per animali e natura (Brema), Minara Nature Foundation (Svizzera), LUSH, la polizia ambientale di Malta (ALE), i carabinieri forestali in Italia e la sua unità anti-bracconaggio SOARDA, la Guardia Civil In Spagna (SEPRONA, la polizia SBA nella base militare britannica Dhekelia, La Segreteria della Convenzione di Berna per la protezione della fauna selvatica europea (Strasburgo), l'Ufficio della Convenzione di Bonn per la protezione delle specie migratorie (CMS, Bonn), il Programma delle Nazioni Unite per l 'ambiente (UNEP), Ufficio federale per la conservazione della natura e Ministero federale dell'ambiente, Museo di storia naturale di Erfurt, Lo staff della criminalità ambientale Unità del Ministero dell'Ambiente a Düsseldorf, Gli organizzatori della Rutland Birdfair, La Ligue Pour La Protection Of Oiseaux (LPO, Parigi), le guardie venatorie volontarie del WWF italiano, la Lega Abolizione Caccia (LAC) di Milano, l'Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) ad Ischia, il centro di recupero della fauna selvatica "Il Pettirosso" di Modena, la Società per La protezione della natura in Libano (SPNL), la coalizione per la conservazione degli uccelli libanese (LBCC), The Centro di caccia sostenibile in Medio Oriente (MESHC), i nostri amici di Birdlife Malta, la conservazione spagnola gruppi GECEN e AE-Agró (Valencia), l'Istituto Leibniz per lo zoo e la ricerca sulla fauna selvatica (IZW, Berlino), l 'organo di governo degli Avifaunisti tedeschi, la Federazione statale per la protezione degli uccelli in Baviera, il Associazione federale NABU, le associazioni statali NABU di Berlino, NRW e Baden- Württemberg, il Federazione tedesca di benessere degli animali, la Società ornitologica della Renania Settentrionale-Vestfalia (NWO), la collaborazione ornitologica Helgoland, l'Istituto per la ricerca sugli uccelli - Helgoland Bird Observatory, the associazione ProRing e.V., il Consiglio tedesco per gli uccelli, il gruppo di lavoro sulla protezione del falco Breethe, l'Associazione degli ornitologi sassoni, l'associazione ornitologica di Berlino, l'associazione Aquila E.v. La rivista "Der Falke" e la casa editrice Aula, The Mountain Bird Aid, la Bird Care Station Paasmills, le stazioni biologiche Düren, Euskirchen e Bonn / RheinErft, il comune di Schwentine Valley (eh Raisdorf), la città federale di Bonn e, naturalmente, tutti i nostri membri, sponsor e volontari.