Printer-friendly version

Il CABS scopre un vasto commercio illegale di pivieri dorati
10 commercianti arrestati a Malta (03.03.2015)

Piviere dorato (© Vijay Sonar Photography Wikimedia)Piviere dorato (© Vijay Sonar Photography Wikimedia)Dieci bracconieri presi in un colpo solo! A Malta, il CABS in collaborazione con agenti della polizia ambientale hanno inferto un colpo significativo al commercio illegale dei rari pivieri dorati e di diversi altri limicoli. Dieci persone coinvolte nella vendita illegale degli uccelli sono state arrestate nei giorni scorsi e saranno processate in direttissima nelle prossime settimane. Decine di uccelli vivi sono stati sequestrati nei blitz effettuati da polizia e ambientalisti. L'indagine è iniziata per una segnalazione fatta dal CABS: il nostro ufficio aveva scoperto annunci di vendita di questa specie in internet. I responsabili della cattura e vendita dei pivieri dovranno ora affrontare il pagamento di multe salate, vedersi ritirata la licenza di caccia e - in caso si trattasse di casi recidivi - sono passibili anche di reclusione.

Il commercio illegale di uccelli selvatici a Malta è un fenomeno comune. Solo il 18 di febbraio 2015 due persone della città di Rabat sono state denunciate per offrire in vendita verdoni catturati illegalmente. Anche in questo caso la prova decisiva è stata fornita dal team del CABS presente sull'isola, che ha ripreso un video dei bracconieri in flagranza di reato, materiale che è stato poi consegnato alla polizia. D'altra parte sempre lo stesso giorno, un altro uccellatore denunciato dal CABS lo scorso settembre per catturare fringuelli e pispole con una rete abbattibile di 20 metri, è stato condannato a pagare una multa di 1.500 euro.

Mentre i tribunali sono ancora alle prese con i casi dell'anno scorso, le nostre azioni contro la cattura illegale di fringillidi per marzo e aprile di quest'anno sono ormai quasi pronte. Dalla prossima settimana e fino a metà aprile un team del CABS sarà presente su Malta e un altro su Gozo. Invece dal 17 aprile fino al 3 maggio si terrà il nostro grande campo antibracconaggio per la protezione dei rapaci migratori, cicogne e altri migratori.