Printer-friendly version

Pivieri tortolini, calandrelle e ortolani trappolati su Malta e Gozo

Victoria (Gozo) agenti della polizia maltese sequestrano reti e pivieri tortoliniVictoria (Gozo) agenti della polizia maltese sequestrano reti e pivieri tortolini

Nel corso del campo antibracconaggio denominato "Safe Passage" nell'autunno 2010 i volontari del CABS hanno constatato con preoccupazione la scala del trappolaggio illegale su Malta. In soli 7 giorni i teams di volontari sono riusciti a sorprendere e denunciare ben 6 casi di trappolaggio illegale. La polizia, chiamata sul posto ha sequestrato numerose reti, una gabbia trappola, 9 uccelli da richiamo e 4 sagome illegalmente utilizzate.

Sabato 11 settembre un gruppo del CABS ha sorpreso un trappolatore in St. thomas' Bay in procinto di attirare limicoli con un richiamo elettronico. La polizia è stata chiamata sul posto e ha sequestrato una rete di 40 metri, denunciandone il proprietario.

Lunedì 13 gli ambientalisti hanno scoperto un secondo sito di trappolaggio vicino a Bahrija, dove un trappolatore era in attesa dei pivieri tortolini (in maltese Birwina). Per attirarli si serviva di un richiamo elettronico che simulava il richiamo della specie così come degli stampi fatti a mano. All'arrivo della polizia il trappolatore ha spento il registratore, ma la registrazione effettuata in precedenza e la successiva perquisizione del capanno hanno permesso di aprire un processo a carico dell'uomo.

Calandrella in una gabbiaCalandrella in una gabbiaPiù dinamica è stata invece la cattura martedì 14 di un trappolatore di passeriformi a Zurrieq. Dopo una lunga registrazione del trappolatore in azione, il CABS ha allertato la polizia. Appena resosi conto di essere stato scoperto, il trappolatore ha recuperato un ortolano fra i suoi richiami e si è dato alla macchia slatando alcuni muretti. Fuga vana in quanto i poliziotti hanno potuto riconoscerlo grazie al video e denunciarlo. 5 calandrelle (Bilbla) e una pispola golarossa (Dizz Ahmar) sono state sequestrate e liberate. Due di questi uccelli erano chiaramente freschi di cattura.

Incomprensibilmente la polizia ha deciso di non sequestrare le reti, nè di perquisire il locale di cattura. Daltronde questo è lo stesso trappolatore, o almeno lo stesso impianto in cui negli ultimi 12 mesi sono stati segnalati 3 casi di cattura illegale. Sembra che chi trappola qui non tema controlli approfonditi.

Piviere tortolino adulto in gabbia in attesa di fungere da richiamoPiviere tortolino adulto in gabbia in attesa di fungere da richiamoIl primo colpo su Gozo è stato invece dato giovedì 16, quando dopo lunghi appostamenti intorno ad Adira san Raflo, un trappolatore è stato sorpreso a catturare pivieri tortolini con un richiamo elettronico e un tortolino legato come zimbello. Nel momento in cui la polizia, chiamata dal CABS, è intervenuta, l'uomo aveva già preso due pivieri tortolini. Tutti gli uccelli sono stati liberati.

Da ultimo, sabato 18, dalla stessa camera dell'hotel una gabbia trappola pronta per catturare passeri è stata individuata e segnalata alla polizia. Il trappolatore è stato sorpreso immediatamente dagli uomini dell'A.L.E. e obbligato a distruggerla davanti ai loro occhi.

Un video con le operazioni antibracconaggio del campo si può vedere alla seguente pagina del times of Malta