Printer-friendly version

Malta: la trappola di Europa
Il CABS ha documentato la cattura in deroga con reti di uccellaggione durante l’autunno 2014


Siti di trappolaggio per la cattura di fringuelli sulla costa maltese a Hal Far - Novembre 2014Siti di trappolaggio per la cattura di fringuelli sulla costa maltese a Hal Far - Novembre 2014I trappolatori hanno letteralmente ricoperto la maggior parte delle aree protette della costa maltese con centinaia di siti, trasformandola in un'unica grande trappola per i piccoli uccelli. Nonostante le numerose proteste e due avvertimenti della Commissione Europea, il governo maltese, in deroga alla direttiva comunitaria, ha emesso più di 7.000 licenze che consentono la cattura di uccelli con l’utlizzo di reti. Il CABS ha effettuato voli di ricognizione tramite i quali sono stati individuati almeno 290 istallazioni in particolare nei pressi di Zurrieq e Hal Far. Fotografie aeree del CABS dimostrano che questi impianti sono stati costruiti a centinaia perfino all’interno delle aree protette Natura 2000, zone importanti per la conservazione degli uccelli a Malta. Le foto pubblicate dal CABS, sia sul sito web che in Facebook, mostrano l’altissima densità che questi siti raggiungono nelle aree protette, in pratica gli uccelli che arrivano in queste zone costiere non hanno alcuna possibilità di scappare.

E non solo, anche l’uso di richiami elettroacustici illegali, che imitano il canto di determinate specie di uccelli per attirarli nelle trappole, è molto diffuso. Il CABS ha registrato in video 28 casi di impianti di trappolaggio attivi con richiami elettronici, ma è lecito pensare che la cifra reale sia molto più alta, visto che i dispositivi possono venire spenti quando i cacciatori percepiscono la presenza dei volontari.

Area costiera di Zurrieq (Malta) - in ogni terrazzamento c'è una rete!Area costiera di Zurrieq (Malta) - in ogni terrazzamento c'è una rete!Il governo maltese consapevolmente ha ingannato sia i propri cittadini che la Commissione Europea. “Malta al momento dell’adesione all’UE si è impegnata ad abolire la cattura di uccelli per sempre. La deroga vigente è una chiara violazione del trattato di adesione all’UE e della Direttiva Uccelli” ha riferito il CABS. La Commissione Europea ha già rilasciato un avvertimento scritto, ciononostante il governo maltese ha deciso l’apertura della stagione di cattura per la metà di ottobre.


Le foto sono state pubblicate a metà novembre 2014 dalla stampa maltese e messe a disposizione della Commissione europea a Bruxelles come parte di una denuncia ambientale globale. Altri siti di cattura osservati in altri ambienti protetti, quali la macchia mediterranea, distrutta con erbicidi e trattori per fare largo alle reti, sono in fase di analisi, così come gli impianti con numeri elevati di reti o con reti di dimensioni più grandi di quelle consentite dalla deroga.