Printer-friendly version

Campo Adorno 2019

Bracconaggio, commercio e contraffazione di anelli in Calabria

Un’importante operazione contro il commercio di specie di uccelli particolarmente protetti è stata messa a segno in un negozio di Reggio Calabria che esponeva da tempo per la vendita uccelli passeriformi e rapaci. Il negozio era stato in passato oggetto di verifiche da parte della CITES di Reggio Calabria che però non aveva riscontrato irregolarità di alcun genere. Permaneva ciononostante per noi il sospetto che gli animali venissero catturati illecitamente con le reti e successivamente avviati al commercio dopo essere stati muniti di anelli contraffatti, come se si trattasse di animali di allevamento. Accertata la presenza in questi giorni di uccelli protetti abbiamo allertato il SOARDA che è prontamente intervenuto. Nel corso dell’intervento sono stati ritrovati due esemplari di Peppola e due di Lucherino, tutti muniti di anello inamovibile, come da normativa vigente. Eppure questa volta la particolare esperienza dei militari intervenuti ha consentito di accertare che per tutti e quattro gli esemplari gli anelli erano contraffatti. La successiva perquisizione a carico dell’allevatore che li aveva forniti al commerciante ha portato al ritrovamento di oltre cinquanta uccelli di cattura, non inanellati o muniti anch’essi di contrassegni contraffatti, tra cui frosoni, lucherini, cardellini e verzellini. Entrambi i soggetti sono stati denunciati per il reato di cui all’articolo 468 Codice Penale - Contraffazione di sigilli - che prevede la reclusione da uno a cinque anni e la multa da euro 103 ad euro 1.032, nonché per quello di illecita detenzione di specie particolarmente protette. Tutti gli uccelli sono stati affidati in custodia al CABS che ha provveduto a trasferirli immediatamente al CRAS Stretto di Messina per la riabilitazione e successiva liberazione.

Questa operazione ci ricorda come la cattura e il commercio di piccoli uccelli canori sia una specialità della Calabria, ancora lontana dallo scomparire.

Per leggere sul più importante caso di commercio internazionale di uccelli facente capo a un gruppo criminale reggino, fai click qui ....…. »»