Send to friendPrinter-friendly version

Diario on-line: campi CABS autunno 2016

Dalla fine di agosto e fino a dicembre 2016 i campi antibracconaggio del CABS per la conservazione degli uccelli migratori si terranno lungo il Mediterraneo. Diverse missioni sono previste in Italia, Francia, Spagna, Serbia, Malta e Cipro.

I nostri campi sono finanziati principalmente attraverso le donazioni dei nostri soci. Anche fondazioni tedesche quali la Stiftung Pro Artenvielfalt , la Karl-Kaus-Stiftung e la Landesbund für Vogelschutz Bayern (LBV) sostengono il nostro lavoro per una migliore protezione degli uccelli migratori in Europa. Se volete, anche voi potete sostenere l'antibracconaggio con una donazione, ci aiuterete ad aumentare il nostro impegno!

In questo sito vi informeremo regolarmente i risultati delle nostre attività…


Risultati aggiornati dei Campi:

  • Archetti rimossi: 0
  • Sep rimosse: 109
  • Reti rimosse: 21
  • Bastoncini di vischio: 462
  • Lacci: 0
  • Altre trappole: 0
  • Bracconieri denunciati: 17
  • Ultimo aggiornamento: 15.09.2016

15.09.2016, Malta

Gabbie trappole trovate a Rabat il 14.09.2016Gabbie trappole trovate a Rabat il 14.09.2016In meno di 24 ore i volontari del campo del CABS a Malta hanno registrato una serie di reati contro gli uccelli migratori. A Hal Far sono stati sequestrati dei trofei illegali, fra i quali c’erano: un airone rosso, un gufo di palude e un rigogolo. Invece a sud di Rabat sono state trovate 2 gabbie trappole con un totale di 28 uccelli vivi e i resti di un cuculo messo in un sacchetto di plastica. A Safi un airone cenerino ferito è stato filmato mentre era in volo, e non lontano dal dormitorio per rapaci di Buskett i volontari hanno registrato l’abbattimento di due falchi pecchiaioli. Anche l’autore del reato è stato fotografato e la polizia sta portando avanti le indagini per identificarlo.

Per vedere il video dei fachi pecchiaioli e dell'airore seguite questo link »»

Agenti di polizia in servizio a Rabat/MaltaAgenti di polizia in servizio a Rabat/Malta Trofei trovati a Hal Fal/MaltaTrofei trovati a Hal Fal/Malta

.


14.09.2016, Cirpo

Una delle macchine a noleggio del CABS distrutta a CiproUna delle macchine a noleggio del CABS distrutta a CiproAncora una volta i bracconieri se la sono presa con le macchine del CABS. Questa volta a Protaras una delle auto a noleggio utilizzata dai volontari è stata danneggiata pesantemente. Gomme tagliate e tutti i vetri fracassati sono il risultato dell’aggressione successa mentre 200 bastoncini di vischio venivano trovati dal team del CABS in diversi posti della zona. Dato che il Dipartimento di Giustizia questo autunno ha ridotto drasticamente il sostegno della polizia, i volontari si trovavano da soli e senza nessun tipo di protezione sul campo.

Se i bracconieri ciprioti pensano che con queste minacce riusciranno a fermarci, si sbagliano. Questa notte saremo di nuovo in azione!



13.09.2016, Malta

Cicogne bianche in migrazione custodine dal CABS a Kirkop (Malta)Cicogne bianche in migrazione custodine dal CABS a Kirkop (Malta)Salvataggio di cicogne: Ieri sera sono arrivate 4 cicogne bianche provenienti dall’Italia sull’isola di Malta, una delle quali è stata abbattuta. Gli altri 3 esemplari sono riusciti a superare Kirkop nel sud dell’isola del Mediterraneo e si sono fermati su un edificio industriale che hanno scelto come dormitorio per la notte (foto). Stamattina un grosso contingente di volontari del CABS ha monitorato il volo delle cicogne per assicurare insieme a diversi agenti di polizia la loro protezione dai bracconieri maltesi. Infatti le cicogne hanno lasciato Malta verso l’Africa alle 10 del mattino.

Ieri, un totale di 3 cicogne sono state abbattute. La cicogna bianca sopra menzionata è atterrata ferita su un tetto dell’isola di Gozo, dove secondo quanto informato dalla polizia anche una cicogna nera è stata sparata. Finalmente nei pressi di Buskett (Malta), la polizia ha assicurato che un’altra cicogna nera era stata abbattuta. Anche se a Malta sono stati dati significativi passi avanti, l’attrazione dei collezionisti di trofei per specie rare come le cicogne, riporta purtroppo ancora il bracconaggio al primo piano.


12.09.2016, CiproUna capinera catturata nel vischio (Cipro)Una capinera catturata nel vischio (Cipro)

I volontari CABS a Cipro stanno svolgendo uno stupendo lavoro: in solo 4 giorni hanno già trovato 462 bastoncini di vischio, 14 mist nets e 18 richiami elettronici che sono stati smantellati insieme alla polizia grazie alle loro segnalazioni. Una dozzina di piccoli uccelli, fra i quali molte capinere (foto) sono stati liberati illesi. Naturalmente i risultati sono soddisfacenti visto che più sono i siti e i mezzi di cattura resi innocui, più sono gli uccelli che si riescono a salvare. L’alto numero di bastoncini di vischio e di reti trovate dimostra che il bracconaggio è ancora un problema enorme di questa isola.


10.09.2016, Malta

Oggi è il primo giorno del nostro campo di autunno a Malta. Per due settimane, quattro o cinque squadre del CABS monitoreranno ogni giorno la migrazione degli uccelli sull’isola, dando particolare enfasi alle rotte migratorie e dormitori di rapaci, cicogne e altri grandi uccelli, che sono fra i preferiti dai bracconieri maltesi. Oltre queste azioni, i volontari controlleranno anche la presenza di siti di trappolaggio con reti abbattenti.

La prima mattina è stata molto tranquilla, ma anche il passo di rapaci sull’isola è stato scarso. Come nota ornitologica: 88 fenicotteri hanno lasciato Malta verso l’Africa stamattina.


09.09.2016, CiproUn cannareccione liberato da una reteUn cannareccione liberato da una rete

Oggi sono stati presi i 2 primi bracconieri della stagione autunnale. I 2 uomini avevano disposto insieme 7 reti di uccellagione nel distretto settentrionale di Famagusta. Un team del CABS ha scoperto il sito e l’ha segnalato alla polizia. Anche un secondo posto è stato trovato dai volontari, aveva 100 bastoncini di vischio che sono stati sequestrati.

Da altra parte ieri sera sono state danneggiate tutte le quattro valvole degli pneumatici di una delle macchine in uso dai volontari del CABS… sembra che i bracconieri non siano molto felici della nostra presenza!


07.09.2016, Cipro

Il 7 settembre inizia il campo antibracconaggio più lungo del CABS di quest’autunno. Fino a metà ottobre un totale di 25 volontari amanti della natura e della fauna provenienti da tutta Europa si recheranno sull’isola per cercare bastoncini di vischio e mistnets. E’ stata concordata una stretta collaborazione fra il CABS e l’Antipoaching Squad della polizia cipriota. Le operazioni sono previste anche nelle basi militari britanniche situate nel sud dell’isola.

Purtroppo il Ministero dell’Interno Cipriota ha ridotto i tempi di servizio degli agenti di polizia che ci accompagnano, che invece di prestare la loro collaborazione tutti i giorni, adesso sono autorizzati a farlo a distanza di due giorni, e solo fino alle 9 del mattino (nei campi precedenti il servizio si prolungava fino alle ore 13). Il governo cipriota con questa decisione vuole boicottare le nostre azioni e risultati per assicurarsi i voti dei bracconieri nelle elezioni di questo autunno!


05.09.2016, Francia

Uno zigolo ortolano catturato illegalmenteUno zigolo ortolano catturato illegalmenteIl nostro campo di conservazione degli ortolani nel sud ovest della Francia è finito. Durante le azioni di protezione agli ortolani i nostri volontari hanno trovato circa 250 trappole e 40 richiami vivi in un totale di 9 siti di cattura attivi.. Tutta l’informazione sui siti è stata consegnata alla polizia forestale francese ONFS. Il numero relativamente basso di siti attivi non è necessariamente un buon segno, visto che la siccità che ha colpito il sud della Francia ha determinato un volume di migrazione scarso di ortolani quest’anno. Inoltre i bracconieri che sono al corrente delle nostre attività si sentono più insicuri e sono più prudenti, e per questo motivo continueremo a essere molto vigili! Tuttavia siamo soddisfatti di aver diffuso tanta paura e apprensione fra i bracconieri di ortolani.

Una volta che conosceremo i risultati delle denunce fatte e dei bracconieri condannati, aggiornaremo i dati in questo diario.


02.09.2016, Francia

Un team CABS documenta uno dei siti di cattura di ortolani nelle Landes (Francia)Un team CABS documenta uno dei siti di cattura di ortolani nelle Landes (Francia)Campo di protezione e riprese video per un documentario sugli ortolani in Francia: il campo contro il bracconaggio di ortolani è in corso nelle Landes. Il primo giorno di operazioni i nostri volontari hanno trovato vicino alla città di Dax un enorme sito di cattura con 38 gabbie trappola e 5 richiami vivi. L’impianto di caccia è stato ampiamente documentato (foto) e l’informazione è stata inoltrata alla polizia forestale francese ONCFS. Questo autunno il nostro lavoro sul campo è accompagnato da un team dell’ARD che ha in carico la realizzazione di un documentario sul destino degli ultimi ortolani. Il servizio sarà pronto e trasmesso nel mese di ottobre in Germania.


01.09.2016, Serbia

Richiami elettronici sequestrate in una stazione di polizia serbaRichiami elettronici sequestrate in una stazione di polizia serbaColpo al bracconaggio in Serbia: il team del CABS che attualmente lavora insieme a BirdLife Serbia nel nord dello Stato balcanico, ha catturato in flagrante 7 cacciatori di quaglie. I volontari hanno girato un filmato che gli riprendeva mentre cacciavano con l’utilizzo di 2 richiami elettronici vietati. Quando gli ambientalisti si sono fatti vedere, i cacciatori hanno interrotto la caccia e si sono dati alla fuga. Il materiale video è stato consegnato alla polizia che l’ha accettato come prova, e in questo modo hanno potuto identificare rapidamente le 7 persone coinvolte. Si è scoperto che 2 dei colpevoli sono agenti di polizia e un altro è il presidente della associazione di cacciatori locali! Decine di quaglie potevano finire sotto il fuoco delle doppiette attirate dai richiami, ma grazie al nostro intervento non è stato sparato neanche un solo colpo!!


30.08.2016, SerbiaRichiamo elettromagnetico in SerbiaRichiamo elettromagnetico in Serbia


Membri del CABS e ambientalisti locali sono in Serbia per cercare richiami elettronici illegali per la caccia alle quaglie. Uno di questi dispositivi è stato trovato dopo poche ore nei pressi di Kikinda nel nord della Serbia (foto). E’ stata fatta la segnalazione alla polizia per effettuare le operazioni che permettano di catturare i colpevoli in flagranza di reato.

Nelle ultime settimane, altri 10 di questi impianti sono stati scoperti e segnalati alle autorità. Cinque cacciatori italiani in trasferta potrebbero essere condannati.


27.08.2016, BresciaUn pettirosso catturato in una sepUn pettirosso catturato in una sep

A Brescia è già stato preso il primo bracconiere della stagione di questo autunno 2016: A Marone un team del CABS ha trovato un sito di cattura di trappole tipo sep e l’ha segnalato alla polizia forestale locale. Dopo tre ore di appostamento il responsabile è stato preso in flagrante con un totale di 109 trappole disperse nel terreno.

Molti uccelli sono stati trovati morti, fra cui: pispole, balie nere, pettirossi, tutti sequestrati. Nel corso della settimana un altro uccellatore è stato denunciato, questa volta un recidivo che catturava dalla sedia a rotelle!