Printer-friendly version

Diario Online Campi Antibracconaggio CABS Primavera 2014

Quest’anno sono 10 i campi organizzati dal CABS per combattere il bracconaggio nel Mediterraneo durante la stagione primaverile. E saranno circa 80 gli appassionati di natura che verranno da diversi paesi dell’Europa per partecipare alle azioni che si terranno in Italia, Malta e Cipro. Attraverso questa pagina vi vogliamo mantenere aggiornati sui risultati del nostro lavoro.

I campi antibracconaggio del CABS sono finanziati principalmente grazie alle donazioni della Stiftung Pro Artenvielfalt , la Karl-Kaus-Stiftung , la Landesbund für Vogelschutz Bayern (LBV), e di tutti i nostri soci sostenitori. Siamo grati anche a tutti coloro che vorranno sostenere con una donazione lo sforzo del CABS: ogni aiuto è molto importante.


18.05.2014, Calabria

Oggi si conclude l’ultimo dei nostri campi primaverili di quest’anno. Per tre settimane i volontari del CABS hanno monitorato la migrazione degli uccelli tra l'isola di Sicilia e la Calabria.

Cinque bracconieri di rapaci sono stati denunciati in cooperazione con la polizia forestale, 5 fucili e oltre 5.000 munizioni sono stati sequestrati.



14.05.2014, Cipro

Un volontario CABS è stato assolto dal reato di furto e liberazione di polli!!! Il nostro carissimo amico sloveno Bostjan, denunciato un anno fa per aver liberato (o “rubato”) 30 polli - anche se in realtà quello che aveva fatto era rimuovere qualche decina di bastoncini di vischio dal giardino del bracconiere - è stato finalmente assolto dalle accuse, che nonostante quanto siano assurde, sono state portate nel tribunale di Famagosta. Così la giustizia questa volta trionfa! Questa sentenza è in un colpo significativo per i bracconieri ciprioti che valendosi di questo processo hanno cercato di screditare il lavoro del CABS. Qui potete trovare un articolo della stampa cipriota:Conservation victory


12.05.2014, Cipro

I 10 volontari CABS del campo primaverile che dal 5 marzo hanno effettuato le operazioni antibracconaggio a Cipro sono tornati a casa al meritato riposo. Dopo 30 giorni di lavoro e 30 notti passate a cercare reti e richiami, grazie alle loro inesauribili energie hanno potuto fermare 22 bracconieri, denunciarne 14, liberare 81 uccelli, smantellare 24 reti e 2.700 bastoncini di vischio. Mai il bracconaggio è stato tanto constrastato sull'isola del Mediterraneo orientale, mai tante migliaia di uccelli sono riusciti a raggiungere indenni le coste della Turchia!


11.05.2014, Malta

Oggi il campo antibracconaggio finisce a Malta. Dal 15 marzo più di 30 attivisti hanno sorvegliato le aree di sosta e di passaggio critico degli uccelli migratori e li hanno accompagnati quotidianamente nel loro percorso verso il nord. La maggior parte di questi uccelli sono riusciti a lasciare l’isola illesi. Un totale di 30 enormi reti sono state sequestrate in collaborazione con la polizia e una dozzina di bracconieri sono stati denunciati. Sono stati messi fuori uso anche 11 richiami elettronici in 8 settimane. Le cifre esatte verranno pubblicate dopo la valutazione di tutti i documenti.


10.05.2014, Cipro

La migrazione di primavera chiaramente sta per finire e di conseguenza il bracconaggio nel Mediterraneo lentamente si ferma. A Cipro, i nostri volontari sono in azione oggi e domani per controllare i siti conosciuti. Molti uccelli possono ancora rimanere intrappolati nel vischio, come l’usignolo della foto e se arriviamo in tempo possono essere restituiti alla natura.


Anche la situazione a Malta è ormai tranquilla. I campi antibracconaggio di Cipro e Malta finiscono domani 11 maggio, mentre il campo sullo stretto di Messina continua ancora per una settimana.


09.05.2014, Malta

Stamattina uno dei nostri team ha registrato un video di un bracconiere nei pressi di St. Thomas Bay. L'uomo è stato ripreso mentre cacciava tortore selvatiche nonostante la stagione primaverile di caccia maltese sia finita. Il video è stato consegnato alle autorità che dovranno identificare il cacciatore.


Questo è uno screenshot del video dove il bracconiere, col fucile in mano, si china per raccogliere l'animale morto.


08.05.2014, Calabria e Cipro

Sequestro di fucili e cartucce da parte del NOA del Corpo Forestale dello StatoSequestro di fucili e cartucce da parte del NOA del Corpo Forestale dello StatoColpo contro il bracconaggio in Sicilia: i volontari del CABS in collaborazione con la polizia forestale hanno fermato 4 cacciatori sullo Stretto di Messina. Questi uomini provenienti dalla Calabria stavano sparando a falchi pecchiaioli. Sono stati sequestrati 3 fucili da caccia e 5.400 cartucce! Il nostro campo sullo Stretto di Messina continuerà fino al prossimo fine settimana. Repubblica.it ha pubblicato il caso:Bracconieri calabresi in trasferta in Sicilia, cacciavano il falco pecchiaiolo

A Cipro, altri due bracconieri sono stati presi: il No.13 aveva in un giardino recintato una voliera con 15 uccelli protetti, e il N°14 aveva circa 75-80 bastoncini di vischio. Altri tre siti di trappolaggio sono stati trovati, dove abbiamo rimosso 79 bastoncini di vischio e 4 reti.


06.05.2014, Ischia e Cipro

Guardie venatorie WWF a IschiaGuardie venatorie WWF a IschiaLe guardie venatorie del WWF hanno completato il loro intervento nell’isola di Ischia, e i risultati parlano da soli: in 10 giorni gli attivisti hanno trovato e smantellato 174 sep, 19 tagliole per mammiferi e 3 richiami elettronici. Con la collaborazione della polizia 3 bracconieri sono stati fermati e sono stati sequestrati 5 fucili illegali e 1.699 munizioni.

A Cipro invece il dodicesimo bracconiere è stato preso con 240 bastoncini di vischio in un terreno recintato. La polizia ha ulteriormente trovato 43 uccelli morti e una voliera con 19 uccelli protetti. I risultati complessivo del campo di Cipro sono: 2.501 bastoncini di vischio (di cui 288 senza colla), 15 reti e 16 richiami elettronici.


05.05.2014, Malta

Mizieb, il bosco gestito dalla federazione venatoria maltese KFNK, viene ancora utilizzato come cimitero per gli uccelli uccisi illegalmente dagli stessi cacciatori. Come al solito (nel 2009 è stato scoperto il cimitero dai volontari CABS e BirdLife) sono stati trovati i resti di diverse specie protette sotto le rocce, fra cui 1 succiacapre appena ucciso (foto), 5 falchi di palude, 1 albanella minore, un falco pecchiaiolo e 1 cuculo. E’ impressionante la quantità dei bunker di caccia che ci sono all’interno del bosco. La polizia ha sequestrato tutti i cadaveri e ha avviato il rispettivo procedimento.

Il nostro comunicato stampa (in inglese) può essere trovato qui:

Press relaese 5.5.2014: Another bird cemetary found in Mizieb


04.05.2014, Cipro e Malta

Negli ultimi due giorni di campo a Cipro i nostri volontari hanno trovato e smantellato con l’aiuto della polizia 160 bastoncini di vischio, 5 reti e 1 richiamo elettronico. Il bracconiere numero 11 è stato preso in flagranza di reato davanti alla propria rete.


A Malta invece, grazie alle condizioni climatiche, sembra tranquilla. La maggior parte degli uccelli in migrazione attraversano l’isola senza fermarsi.


02.05.2014, Cipro

E’ stato denunciato il decimo bracconiere a Cipro – aveva 190 bastoncini di vischio. Inoltre durante la perquisizione della casa di proprietà del bracconiere la polizia ha trovato 130 uccelli protetti congelati!


01.05.2014, Cipro e GozoUna balia nera in un limestickUna balia nera in un limestick

I nostri team a Cipro continuano a fare un ottimo lavoro - sono già 9 i bracconieri denunciati in questa primavera. L'ultimo è stato preso con 120 bastoncini di vischio. In un altro sito sono stati trovati e rimossi: 1 rete, 1 richiamo elettronico e altri 25 bastoncini di vischio. Forse un decimo bracconiere potrebbe essere stato beccato, ma attendiamo ancora i dettagli.

Trascorse le prime quattro settimane del campo, i numeri di Cipro sono: 1329 bastoncini di vischio, 14 reti e 10 richiami elettronici.

Uno dei richiami elettronici sequestrati a GozoUno dei richiami elettronici sequestrati a GozoA Gozo i membri del CABS sono riusciti a infliggere un duro colpo al bracconaggio. Sull'altopiano di Ta Cenc hanno trovato un enorme impianto di cattura con un totale di 4 reti a terra per quaglie. Le reti e 4 richiami vivi (foto) sono stati sequestrati dalla polizia. 2 delle quaglie sono state liberate immediatamente, mentre alle altre 2 erano state tagliate le penne e sono state consegnate a un centro di recupero. I sospetti bracconieri sono stati visti dai nostri volontari e la polizia li sta cercando. Anche sull'isola di Malta una segnalazione del CABS ha consentito la denuncia di un bracconiere, le indagini sono ancora in corso.


30.04.2014, Malta

Nelle ultime due notti i membri del CABS insieme alla polizia ambientale ALE, hanno smantellato 11 richiami elettronici per quaglie nel nord e l’ovest dell’isola. Gli apparecchi (composti da lettori MP3, timer, batterie e altoparlanti) erano fissati in basi di calcestruzzo, sepolti o nascosti in recipienti di benzina. I richiami sono usati per attirare le quaglie per poi spararle, anche se in due dei casi si trovavano accanto a reti che sono state rimosse.

Il nostro ultimo video dell'operazione "Silent Night" può essere trovato qui ...



29.04.2014, Malta e Cipro

Polizia maltese e membri del CABS nel sito di trappolaggio di tortore a GozoPolizia maltese e membri del CABS nel sito di trappolaggio di tortore a GozoA Malta le squadre del CABS insieme alla polizia hanno trovato un impianto per catturare quaglie, con una rete abbattibile e 4 richiami elettronici. A Gozo invece, oltre al caso del trappolatore di tortore è accaduto un incidente insolito: un cacciatore armato ha minacciato di morte i volontari del CABS. Poco più tardi, quando è stato interrogato dalla polizia ha confessato di aver espresso minacce e ha ricorso alla frustrazione della caccia per giustificare il suo comportamento (aveva ucciso troppi pochi uccelli quella mattina).

A Cipro sembrerebbe che i bracconieri, spaventati dal lavoro congiunto del CABS e l’APS della polizia cipriota, hanno diminuito sostanzialmente la loro attività di trappolaggio. Ciononostante sono stati smantellati 21 bastoncini di vischio e 1 richiamo elettronico impostato con il canto per attirare capinere.


28.04.2014, Cipro e Malta

E’ iniziata la seconda parte del campo di Cipro. Nel primo giorno è stato preso l’ottavo bracconiere della stagione - aveva 140 bastoncini di vischio. Altri 12 bastoncini e 1 mist net sono stati rimossi dai volontari. Siamo nel pieno della migrazione, in particolare ci sono moltissimi gruccioni e rigogoli in giro. Il campo continuerà per le prossime due settimane in collaborazione con una squadra della polizia cipriota in servizio che accompagna i volontari del CABS.

Nell’isola di Gozo si sono registrati alcuni incidenti oggi – 2 cacciatori sono stati condannati per caccia illegale e un megaimpianto di trappolaggio di tortore selvatiche è stato smantellato da un gruppo del CABS e la polizia a Gozo - 11 uccelli sono stai sequestrati. Questo articolo del Times of Malta parla dell’operazione: Large Turtle Dove trap dismantled in Gozo - hunter apologises after 'death threat'


26.04.2014, Ischia e Malta

Dal 24 al 26 aprile un gruppo di attivisti del CABS ha perlustrato l’isola alla ricerca di trappole “sep” destinate alla cattura di piccoli uccelli migratori. Nei tre giorni di azioni antibracconaggio del CABS in collaborazione con l'Enpa, sono state trovate e smantellate 102 trappole. Purtroppo alcune di queste avevano già catturato una ventina fra stiaccini, culbianchi e usignoli, ma la maggior parte di trappole non potranno fare più danni! Seguendo questo link vedrete le immagini pubblicate sul sito di Repubblica.it: Ischia, è guerra ai bracconieri - Smantellate cento trappole

Il CABS sostiene economicamente anche le azioni delle guardie venatorie del WWF sull’isola che settimana scorsa hanno scoperto un tubo botola sotterraneo che conteneva un fucile e 120 cartucce. Gli attivisti hanno condotto delle ricerche per identificare il proprietario dell’arsenale e la perquisizione eseguita in collaborazione con i Carabinieri hanno dato come risultato il sequestro di altri due fucili da caccia con matricola abrasa, altre 602 cartucce e 24 trappole “sep”, nonché 16 uccelli morti di cui molti usignoli e stiaccini.

A Malta una segnalazione del CABS alla polizia ha consentito il fermo di un uccellatore che operava con una rete di 15 metri per la cattura di ortolani. Sono stati sequestrati anche un ortolano usato come richiamo vivo e un fonofil impostato con i canti per attirare questa specie. Da ieri la migrazione è piuttosto bassa e perciò non sono stati registrati incidenti rilevanti con i cacciatori.


24.04.2014, Malta

Oggi abbiamo raccolto tutte le riprese fatte dai nostri volontari durante il campo. Questo video mostra queste registrazioni sui reati più frequenti accaduti durante la prima parte del campo, quali abbattimenti di rapaci e rondoni, utilizzo di reti di uccellagione e scene di rapaci con danni al piumaggio (come il falco di palude della foto). Grazie alla presenza del CABS a Malta dal 18 aprile molti rapaci raggiungeranno i siti di nidificazione europei illesi. Seguite questo link per vedere il video:

Qui potete trovare il video ...


22.04.2014, Malta

Lavoro proficuo del turno di notte a Malta. I volontari del CABS hanno effettuato un’operazione notturna con lo scopo di identificare richiami elettronici illegali per quaglie. In 5 ore di ricerca sono stati trovati 72 fonofil in una superficie che corrisponde al 20% del territorio. Invece due cacciatori di quaglie sono stati ripresi in video dai volontari e immediatamente è stata fatta la segnalazione alla polizia. Il “Times of Malta” ha pubblicato un articolo sul campo del CABS a Malta:

CABS locates 72 illegal electronic lures in Maltese countryside


21.04.2014, Malta

Falco pecchiaioloFalco pecchiaioloNella notte fra la domenica di Pasqua e il lunedì dell’Angelo un team del CABS insieme alla polizia ambientale maltese hanno sorvegliato un dormitorio con almeno 40 albanelle di cui alcune albanelle pallide, che insieme a una trentina di falchi di palude, 20 grillai e qualche pecchiaiolo e nibbio bruno sono riusciti a lasciare l’isola indisturbati e a continuare il loro viaggio verso l’Italia. Anche se trattandosi di una giornata festiva c’erano migliaia di cacciatori in cerca di prede, sono stati osservati solo due tentativi per abbattere un grillaio e un falco di palude, ma per fortuna gli animali non sono stati colpiti. Centinaia di quaglie e tortore non sono state così fortunate, in alcune zone più di 200 spari sono stati sentiti in 3 ore di osservazione durante la mattina!


20.04.2014, Cipro e Malta

Il campo di Cipro fa l’abituale pausa di metà campo che dura una settimana. Nella prima fase abbiamo rimosso 1164 bastoncini di vischio, 12 reti e 7 richiami elettronici. Con la collaborazione della polizia sono stati denunciati 7 bracconieri colti in flagranti nei loro siti di cattura.

Per quanto riguarda il campo di Malta i primi due giorni sono stati molto tranquilli a causa della mancanza di uccelli in migrazione. Oggi invece, domenica di Pasqua, circa 40 albanelle minori, almeno 20 grillai e 12 falchi di palude sono arrivati all’isola. Domani ci sarà un grande contingente di attivisti che si distribuiranno nei punti strategici dell’isola per garantire un involo sicuro degli uccelli. In più stamattina un team di volontari ha trovato una rete enorme per la cattura di piccoli uccelli. Purtroppo un pettirosso e un tordo bottaccio erano già morti al momento che il CABS e la polizia ALE sono arrivati per smantellare l’impianto (foto). Una delegazione della BBC con il famoso giornalista inglese Chris Packham ha accompagnato l’operazione del CABS.


19.04.2014, Cipro e Ponza

Abtransport sichergestellter NetzstangenAbtransport sichergestellter NetzstangenI nostri attivisti a Cipro stanno facendo un ottimo lavoro. Nelle ultime 24 ore sono state segnalate alla polizia: 4 reti, 298 bastoncini di vischio e 1 richiamo elettronico. 2 bracconieri sono stati colti in flagranza di reato. Uno di questi – padre di un membro del Parlamento cipriota – aveva 17 piccoli uccelli protetti nel congelatore.

Sulla piccola isola mediterranea di Ponza, il nostro partner LAC ha iniziato oggi il suo campo antibracconaggio. L'obiettivo è fungere da deterrente contro il trappolaggio e la caccia illegale tramite l'occupazione dei punti strategici usati da cacciatori e bracconieri. Negli ultimi anni questa strategia ha prodotto ottimi risultati, i cacciatori praticamente non hanno avuto nessuna possibilità di sparare senza essere osservati. La polizia collabora con i volontari che rimarranno sull’isola fino al 15 maggio.


18.04.2014, Articolo a Cipro

La stampa cipriota riporta sul rinvenimento di circa 300 uccelli congelati. Grazie al lavoro del CABS il bracconiere è stato preso e denunciato alla polizia. Anche se la maggior parte di noi probabilmente non capiamo il greco, le immagini parlano da sole!

Εκατοντάδες αμπελοπούλια στα ξόβεργα και στο τραπέζι


18.04.2014, Cipro e Malta

Il campo internazionale di Malta inizia oggi. Nelle prossime due settimane circa 20 attivisti provenienti da tutta Europa effettueranno le azioni di monitoraggio in una delle più importanti aree di passaggio e di sosta del Mediterraneo.

A Cipro, il quinto bracconieri del campo di questa primavera è stato preso ieri. Aveva disposto più di 250 bastoncini di vischio e 6 reti. La perquisizione effettuata dalla polizia cipriota ha scoperto inoltre 298 uccelli congelati nel freezer. I volontari del CABS hanno fornito la segnalazione all’APS (Anti-Poaching Squad). Fino a questo punto i risultati sono: 866 bastoncini di vischio, 12 reti e 7 richiami elettronici messi fuori uso a Cipro nelle ultime 2 settimane.


17.04.2014, Cipro

Nei pressi della base militare britannica localizzata al sud dell'isola, i volontari del CABS hanno collaborato con la polizia cipriota per smantellare un sito di trappolaggio con reti che conteneva più di una tonnellata di attrezzi per la cattura illegale di uccelli. Sono stati sequestrati 60 montati di ferro - utilizzati per reggere le reti -, 25 basi di cemento per fissare le aste, 100m di cavi elettrici e un MP3 usato come richiamo elettronico con i rispettivi altoparlanti. Un gruppo di volontari ha collaborato con un’unità speciale della polizia per combattere il bracconaggio di mufloni sui monti Trodos.


15.04.2014, Malta

Dopo 4 settimane di campo antibracconaggio di Malta facciamo un primo bilancio. Dal 16 marzo fino al 12 aprile sono stati trovati 60 siti di trappolaggio attivi nei quali sono stati sequestrati dalla polizia 14 richiami vivi illegali (compresi fanelli e cardellini) e 19 reti. Sono stati denunciati 5 bracconieri colti in flagrante. Purtroppo l’efficacia della polizia non ci lascia soddisfatti visto che in 41 dei casi i funzionari si sono rifiutati di intervenire. Continuiamo a tenere sotto controllo questi posti.


13.04.2014, Cipro

I bracconieri a Cipro sono sempre più prudenti. Durante il fine settimana sono state trovate 4 reti attive e nessun bastoncino di vischio. Sono stati presi dalla polizia altri due bracconieri, dai cui un adolescente! Nella prima settimana dei campo i risultati sono: 4 bracconieri denunciati, 605 bastoncini di vischio, 6 reti e 6 richiami elettronici.


11.04.2014, Cipro

La notizia della presenza delle squadre del CABS nel sud-est di Cipro con la collaborazione della polizia sembra si sia diffusa tra i bracconieri. Praticamente tutti i siti di trappolaggio controllati sono preparati e già utilizzati, ma non in tutti si trovano bastoni di vischio o reti. Solo il 10% di posti sono attivi al momento. Tuttavia sono stati trovati e rimossi 605 bastoni di vischio, 2 reti e 3 richiami elettronici. Ieri è stato preso un secondo bracconiere con 147 bastoncini di vischio!



09.04.2014, Cipro

Denunciato il primo bracconiere di quest’anno a Cipro! Una segnalazione fatta dai volontari del CABS ha permesso all’Anti-Poaching Squad della Polizia cipriota di prendere in flagrante un uomo che aveva disposto un sito di trappolaggio nella zona sud-orientale dell’isola. L’impianto di cattura consisteva in 1 mist net, 1 richiamo elettronico e 6 bastoncini di vischio. Durante l’azione sono stati liberati anche 8 capinere e l’usignolo della foto. Dall’inizio del campo - domenica scorsa - 115 bastoncini di vischio e 1 rete sono stati rimossi.


08.04.2014, Malta

Nuove notizie da Malta: stamattina membri del CABS hanno fatto una ripresa video di due uomini mentre cercavano di cacciare degli esemplari di occhione comune - specie protetta - fra Salina e Maghtab alle 5:40 am. I volontari hanno allertato la polizia che rispondendo in modo efficiente è riuscita a prendere entrambi i cacciatori. Sono stati sequestrati 2 fucili e 2 richiami elettromagnetici. Il fatto è successo nello stesso luogo dove lo scorso 23 marzo 2 cicogne nere sono state abbattute.


07.04.2014, Malta

Malta: Nel fine settimana i volontari del CABS hanno registrato in video due cacciatori mentre cercavano di catturare illegalmente chiurli, pittime e cavalieri d’Italia a Zeitung e nella penisola di Delimara. Gli uomini usavano stampi di plastica e richiami elettronici per pivieri e per le specie sopracitate – tutte protette. I volontari hanno segnalato entrambi i casi alla polizia che col loro aiuto è riuscita a prendere uno dei cacciatori e a sequestrare non solo gli stampi e richiami, ma anche due reti. Il bracconiere affronterà il processo nei prossimi giorni. Ci sono stati un paio di incidenti durante le azioni: un uomo ha cercato di aggredire i nostri volontari con un randello e degli individui sconosciuti hanno ostacolato una delle macchine della polizia disponendo grosse pietre sulla strada che conduceva al sito di cattura. Anche gli incidenti sono stati registrati in video. Fino a oggi un totale di 68 siti di trappolaggio sono stati trovati dai volontari del CABS.


06.04.2014, Cipro

Il primo giorno di campo a Cipro anche se tranquillo è stato di successo: In una azione congiunta con la polizia cipriota sono stati trovati e eliminati 106 bastoncini di vischio nel sud-est dell'isola. Numerosi uccelli sono stati liberati tra cui un Torcicollo particolarmente protetto.


05.04.2014, Cipro

E’ iniziato il nostro campo antibracconaggio a Cipro. Fino al 11 maggio le nostre squadre saranno sull'isola per rintracciare mist nets, bastoncini di vischio, richiami elettromagnetici e cercheranno - in collaborazione con la polizia si spera - di denunciare i bracconieri colti sul fatto. Un totale di 15 ambientalisti provenienti dall'Italia, Germania, Ungheria, Slovenia e Cipro parteciperanno al campo di primavera 2014. Durante l’ultimo campo in autunno la magnitudine del fenomeno del bracconaggio era talmente forte che ogni volontario era in grado di rimuovere in pochi giorni migliaia di bastoncini di vischio, e spesso sono stati vittime delle aggressioni da parte di bracconieri violenti. Ci auguriamo di avere la collaborazione della polizia per garantire un andamento più sicuro ed efficace del campo.


02.04.2014, Malta

I primi 10 giorni delle azioni del CABS a Malta questa primavera hanno avuto un successo spettacolare: Dal 21 marzo la squadra permanente che lavora su quest’isola del Mediterraneo ha rintracciato un totale di 24 siti attivi per la cattura di uccelli che sono stati smantellati dalla polizia ambientale maltese.

Sono state trovate reti abbattibili e una dozzina di gabbie con richiami vivi. Un resoconto in video delle operazioni può essere visto seguendo questo link »»


01.04.2014, Ponza + Brescia

Le azioni del CABS sull'isola di Ponza hanno portato alla denuncia di 7 bracconieri. Durante i tre giorni di campo a Ponza i volontari del CABS sono riusciti a riprendere in video 7 bracconieri in flagranza di reato che poi sono stati denunciati alla polizia. La perquisizione ha portato al sequestro di 170 sep e 80 uccelli morti (principalmente pettirossi e codirossi). I trappolatori saranno processati nei prossimi mesi.

Minicampo di primavera a Brescia: Sottotono il bracconaggio, ma sempre esistente. 9 volontari del CABS si sono recati nelle valli bresciane e hanno trovato in tre giorni di campo un totale di 14 reti, dalle quali 7 sono state rimosse dal CABS e le altre 7 riferite alla polizia. Speriamo che le indagini portino a qualche denuncia: noi abbiamo consegnato del materiale video che immortala il bracconiere. E’ stata trovata e rimossa anche un’esca avvelenata, probabilmente progettata per le volpi, nei pressi di un sito di caccia. La neve ha reso un po’ “meno primaverile” il campo.


28.03.2014, Malta

Arrivano i risultati dalle azioni del CABS a Malta. Un team del CABS ha registrato in video l'abbattimento di 2 cicogne bianche, e ha consegnato il filmato alla polizia che farà le indagini per trovare il cacciatore. Il governo maltese ha reagito immediatamente annunciando l'aumento di dieci volte delle sanzioni per l'abbattimento o la cattura di specie protette.

Seguite questi link per vedere il nostro video che mostra l'abbattimento delle cicogne bianche nei pressi di Salina (Malta) e leggere l'articolo del quotidiano Malta Today


21.03.2014, Malta

A Malta, la cattura di uccelli canori con l’uso di enormi reti abbattibili appartiene a una lunga tradizione. Vengono presi soprattutto fringuelli, ma anche ortolani, allodole, trampolieri, ecc. Ufficialmente l’uccellaggione è stata vietata dalla legge dal 2008, ma molti bracconieri continuano ancora a disporre ogni primavera le loro reti.

Da quest'anno, il CABS conduce per la prima volta un'azione antibracconaggio durante il mese di marzo.


18.03.2014, Caserta

Volontari del CABS e dell’ENPA in collaborazione con la polizia hanno sequestrato decine di stampi di plastica usati per la caccia di anatre nelle vasche di Caserta. Gli attivisti sono riusciti a trovare il posto seguendo degli spari che sono stati sentiti in zona, purtroppo il bracconiere è fuggito.


17.03.2014, Cipro

Un incoraggiante articolo sul nostro lavoro è stato pubblicato nel giornale online "Famagusta Gazette" - il giornale più importante della roccaforte del bracconaggio!

Bird activists say Cyprus government hinder antitrapping operations


17.03.2014, Malta

Reti e richiami vivi sono sempre garantiti sull’isola: membri del CABS hanno scoperto un impianto di uccellagione nei pressi di “Il-Majjistral Nature and History Park" di Manikata, una delle zone di protezione che appartengono alla rete Natura 2000. Anche se il bracconiere è riuscito a fuggire dai funzionari della polizia chiamati dal CABS sul posto, sono stati sequestrati 2 reti di 15m e 3 richiami vivi.


14.03.2014, Caserta

Lungo la costa campana nel triangolo fra Minturno, Caserta e Ischitella, una volta un’area paludosa che poi è stata bonificata, si sono formate delle vasche artificiali chiamate le “vasche della Camorra” in onore ai responsabili degli scavi illegali che hanno permesso la loro riformazione. Questi corpi d’acqua artificiali sono un’altra fonte di profitto per la criminalità organizzata perché vengono affittati in primavera a importanti cacciatori che sparano indisturbati anatre selvatiche, limicoli e trampolieri. La LIPU e l'ENPA si sono impegnate per anni nella lotta a questo bracconaggio che va a braccetto con la criminalità organizzata. Da quest'anno anche il CABS si è unito alla battaglia, con un primo sopralluogo nella zona.


27.01.2014, Cipro

Un sopralluogo in inverno: Un team di volontari del CABS si è recato sull’isola di Cipro e ha monitorato durante tre giorni i siti di trappolaggio attivi in primavera e autunno. Non c’è da stupirsi che innumerevoli bastoncini di vischio e diverse mist nets, disposti per la cattura di tordi e altri uccelli migratori, sono stati trovati anche in inverno. In totale si parla di 110 bastoni, 42 reti e 4 richiami elettronici rinvenuti dai volontari. Quest'azione del CABS ha salvato la vita di decine di uccelli catturati, come questi due tordi che sono stati liberati. Ovviamente la polizia si è mostrata troppo impegnata in altri casi o non era raggiungibile per telefono.