Printer-friendly version

Attività del CABS in Libano settembre 2018

Il terzo campo antibracconaggio del CABS in Libano si svolge in settembre 2018. L'obiettivo principale è contrastare la caccia illegale nelle montagne libanesi a est di Beirut - uno dei punti più caldi di uccisioni di rapaci nella loro rotta migratoria dall'Europa all'Africa orientale. Con operazioni giornaliere e attività di polizia, cerchiamo di impedire una situazione di bracconaggio fuori controllo.

Pubblicheremo qui i video delle nostre attività svolte in settembre 2018:


Il triste destino delle Rondini (03.10.2018)

L'uccisione di Rondini, Rondoni e Gruccioni migratori è uno sport popolare in Medio Oriente, con milioni di uccelli abbattuti ogni anno.
Le immagini del video mostrano la terribile portata di questo massacro: commovente il commento del membro del nostro team Geraldine Attard dalla Francia.

Operazione congiunta contro la cattura di uccelli canori nella regione di Bekaa, in Libano settentrionale (21.09.2018)

Un team CABS insieme ai membri del MESHC e della Società per la protezione della natura in Libano hanno condotto indagini sul campo intorno alla città di Baalbek, nel nord del Libano. Abbiamo operato, avendo acquisito recenti informazioni sul grave bracconaggio che viene compiuto in zona per rifornire il mercato nero dell'uccellagione. Grazie all'intervento delle forze di sicurezza interne libanesi, sono state confiscate 17 reti da cattura che tutte insieme costituivano una lunghezza totale di oltre 300 metri. Diverse Averle mascherata e uno Sparviere levantino sono stati liberati e rilasciati illesi. L'operazione antibracconaggio è stata la prima del suo genere nella zona vicina al confine siriano. Ecco il video:

Una dura sconfitta per il bracconaggio in Libano (18.09.2018)

E' stato raggiunto un importante successo nell'attività anti-bracconaggio condotta dal CABS. I volontari nei pressi del villaggio di Raachine (Keserwan), in una zona nota come "hotspot" del bracconaggio, hanno osservato e filmato due individui che uccidevano 2 Falchi pecchiaioli e 3 Sparvieri levantino. E' stata immediatamente chiamata la polizia libanese, che dopo un inseguimento, ha arrestato i due uomini che hanno tentato inutilmente di fuggire e sequestrato loro armi e munizioni. L'operazione è stata particolarmente significativa perchè ha dimostrato chiaramente ai cacciatori, in uno dei punti più caldi del bracconaggio, che i tempi sono cambiati.

Libano: Falchi pecchiaioli, guarda il video "Loro appartengono al cielo..."(15.09.2018)

Un altro giorno in Libano e un altro Falco pecchiaiolo gravemente ferito e sofferente. Nelle montagne del distretto di Kisrawan, unitamente ai nostri partner di Society for the Protection of Nature in Lebanon & MESHC abbiamo trovato un altro Falco gravemente ferito, dopo che è stato raccolto dai Beduini locali. È probabile che l'uccello stesse sfruttando le correnti termiche di montagna per guadagnare altezza nella sua difficile migrazione verso l'Africa, prima che qualche scellerato gli sparasse contro. Purtroppo, non abbiamo potuto aiutarlo. Un altro rapace è stato invece soccorso ad Agbhe e ci sono buone possibilità che possa riprendersi. Il bracconaggio in Libano rappresenta una grave minaccia per gli uccelli migratori, la cui popolazione mondiale è diminuita di un quarto in soli 35 anni. A migliaia, gli uccelli migratori vengono uccisi illegalmente mentre volano attraverso i valichi montani del "Paese dei cedri".

Massacro di falchi Pecchiaioli nelle montagne del Libano - video aggiornamento del CABS settembre 2018

Il CABS è tornato in Libano. Già nei primi giorni del campo autunnale di quest'anno in Medio Oriente, i volontari sono stati testimoni di una carneficina di animali protetti: da uccelli canori come Gruccioni, a rapaci come Pecchiaioli. La stragrande maggioranza degli animali sembra essere solo un bersaglio vivo. Alcuni uccelli uccisi sono stati sezionati professionalmente: è stata loro prelevata la carne dal petto e dalle cosce per il consumo alimentare, gli avanzi sono stati abbandonati sul posto. Il seguente video mostra alcuni episodi di questa escalation di bracconaggio che mette a rischio la sopravvivenza dei Pecchiaioli nelle montagne a est di Beirut. Seguiteci, le nostre attività continueranno ...